IN6N, VI PRESENTO IL MIO NUOVO PROGETTO!

Diamo il benvenuto su Exclusive Magazine a IN6N, come stai?

Bene bene, galvanizzato dall’uscita del disco, e spaccato per il mosh pit
fatto ieri sera al release party ahahah, abbiamo organizzato un piccolo live
per il drop dell’album e ci siamo devastati. Tutto bene quindi!


E’ fuori ora il nuovo progetto “Il Male Moderno”, parlaci un pò di questa nuova release…

L’intento di questo progetto è quello di proiettare l’ascoltatore, verso un viaggio introspettivo nel mio inconscio, come fosse un bad trip. in questo disco utilizzo l’ascoltatore come una psicanalista raccontando in maniera diretta e trasparente tutte le mie paure e le ansie avute nel periodo in cui l’ho scritto. con 9 tracce cariche di rabbia e odio verso me stesso e verso un mondo in continua regressione, che mi circonda. Un vero e proprio blackout emotivo influenzato da sonorità Scream Rap, e Techno. In poche parole, una “rage room” dove sfogare le proprie frustrazioni. Insomma, spaccate tutto e basta.


Un titolo mistico che lascia tanto alla fantasia e soprattutto alla costruzione di un qualcosa di vicino, come sei arrivato alla scelta di questo titolo?

L’idea era quella di unire a livello di sound il nostro background musicale con delle sonorità piu legate al mondo della techno. Siamo cresciuti tutti e due nell’ambiente emocore,e metalcore di Roma, e Lorenzo (Rhen) ha fatto da batterista per molti gruppi di quel periodo, quindi diciamo abbiamo unito il male dell’hardcore / punk a una roba piu fresh. Il Male moderno. Poi la pandemia ha aiutato molto nella scelta del nome. DAMN.



Sei di Roma, classe “94, come reputi il movimento hip-hop Capitolino nell’ultimo periodo?

Spacca, Roma e soprattutto l’ambiente underground romano , tra cloud rap e quant’altro, si sta ricreando una scena molto figa, contaminata da moltissimi generi.


Questo nuovo progetto aprirà le porte ad un nuovo percorso discografico oppure è il momento di un periodo di pausa?

Pausa? Ahahah dopo 2 anni quasi di pandemia pausa? Adesso è il momento di spingere sull’acceleratore al massimo, chi si ferma è perduto. Stiamo gia lavorando al disco successivo e ad altri progetti.


Con chi ti piacerebbe collaborare in un’ipotetica Deluxe Version?

Sinceramente una traccia RMX o con Noyz Narcos o con Salmo non mi dispiacerebbe affatto.


Com’è il rapporto con il tuo producer Rhen?

Io e Lorenzo ci conosciamo da 15 anni, siamo cresciuti insieme letteralmente facendo percorsi differenti mentre lui suonava la batteria, io facevo il fotografo per le band. Poi il destino ci ha portato a fare questo.

Onestamente credo sia il producer più forte che ci sta a Roma per fare questo tipo di genere, e non solo
ha rilasciato anche un progetto suo personale Hard Techno per Scuderia Records pazzesco.
Ad ogni modo credo che lavorare con persone che conosci da tanto tempo e di cui ti fidi sia molto ma molto importante.