Peppe Soks

Buongiorno e benvenuto a questa nostra intervista come da prassi dovrei farti la nostra domanda di rito che si cela dietro Peppe Soks ma questa volta invece voglio chiederti io espressamente un mio desiderio, se mi passi a prendere e ci facciamo un giro insieme sull’ “Hummer”, magari con la musica a palla? Che dici?

Va bene, Bro è un piacere. 

A parte questa parentesi spiritosa, ritornando serio ti volevo chiedere; dietro questa nuova figura e questo nuovo progetto discografico qual è il Peppe Soks che si nasconde? È sempre lo stesso oppure è una persona cambiata e maturata?

Sicuramente dopo ogni disco, dopo ogni brano si cresce e si matura però comunque mi sento sempre lo stesso anzi ti dirò di più ho pubblicato questa traccia che è un po’ più esplosiva e cattiva e sinceramente mi sento di essere tornato indietro.

Quindi cerco di ripartire dalle origini per andare ancora più avanti di dove sono arrivato finora.

Partendo dalla propria città, nel tuo caso Salerno e approdare ad un etichetta discografica come Sony, è il sogno di molti artisti e ragazzi.

Ci racconti questo tuo percorso, un aneddoto, qualcosa che ti abbia segnato? 

Guarda alla fine aneddoti proprio non ce ne sono, però sono molto contento di iniziare questo nuovo percorso con Columbia e con Sony che mi hanno accolto molto bene nella loro famiglia e sono fiducioso che insieme faremo grandi cose.

A Mary un brano molto orecchiabile direi radiofonico dove immagini venga ascoltata tutto volume questa canzone?

Sicuramente mi immagino già che tanti ragazzi faranno tanti video e tante stories e che la pompano in auto quando sono in giro a divertirsi, ma sicuramente adesso che hanno riaperto i locali e con l’auspicio che sia una soluzione definitiva, spero che anche nei locali si possa sentire questo brano.

Questo brano è previsto il tuo nuovo progetto discografico, puoi anticiparci qualcosa?

Posso dirti che comunque il nuovo anno è iniziato e il primo passo lo stiamo facendo con una nuova squadra al mio fianco, un nuovo passo per un nuovo capitolo poi chi mi seguirà vedrà cosa succede.

Progetti futuri? Tipo presentazioni brano o live, insomma dove possiamo beccarti

Adesso vediamo, sicuramente faremo tutto non vedo l’ora di tornare a suonare in giro e Bro speriamo che tutto si risolva e tutti ritorniamo alla normalità che tanto desideriamo.

Qualcuno che vorresti ringraziare familiare o addetto ai lavori, per questo bel momento della tua vita?

Sicuramente ringrazio Alessandro Raimo e Mauro Sessa perché comunque come ben sai sono dall’inizio con me.

Vorrei ringraziare anche il team della Columbia che mi supporta in questo nuovo percorso e sono sicuro che tutti insieme faremo grandi cose.

E tu hai fatto un percorso bellissimo e siamo sicuri che lo rifarai ancora più avanti e ancora di più.

 Dobbiamo fare meglio e soprattutto dobbiamo andare avanti

Io ti ringrazio per il tempo che ci hai dedicato e ti volevo chiedere un’ultima cosa, un saluto ad Exclusive Magazine e ai ragazzi che ti seguono e leggono il nostro magazine.

Un saluto a tutti, allo staff di Exclusive Magazine per e grazie mille a chi mi segue e mi supporta.

Ci vediamo tra pochissimo per tanta nuova musica.

Grazie mille.

 

Intervista a cura di Antonio Borzacchiello!