CESTISTICA OSTUNI: BUFERA STRANIERI E DERBY SENZA PROTAGONISTA

Il derby di oggi avrà un protagonista in meno.

Dopo 27 partite, infatti, la FIP ha deciso di bloccare i tesseramenti per i giocatori extracomunitari, dunque Arik Smith non sarà della partita e la sua stagione con la maglia della Cestistica Ostuni è conclusa.
Non vogliamo polemizzare su una questione di cui sta parlando tutta Italia, e che tocca molteplici aspetti della pallacanestro, dalla legittimità di avere stranieri in una categoria regionale, alla necessità di far crescere i giovani, al salvaguardare il livello del campionato e gli investimenti degli sponsor.


Vogliamo invece ringraziare e fare un saluto speciale ad uno dei miglior giocatori che abbiamo visto calcare il parquet del PalaGentile, e indossare la maglia gialloblù.

Un ragazzo splendido, un professionista esemplare, un atleta straordinario, che speriamo di vedere presto in campo in altre categorie (se le merita tutte). A dispetto di chi dice e pensa che gli americani in Serie C sono dannosi, che non passano la palla, che pensano soltanto a fare 20 punti e non fanno crescere i nostri ragazzi.


Le sue statistiche in 27 partite: 21.9 punti di media (592 totali, season high di 32), 62% da due, 36% da tre, 5.3 rimbalzi, 2 recuperi, 3.1 assist, 24 di valutazione.

E tutto ciò che non entra nei tabellini: schiacciate, stoppate, giocate decisive (memorabile il canestro della vittoria a Vieste), tanta intensità difensiva, serietà negli allenamenti.


In bocca al lupo Arik.

Altre news su Exclusive Magazine!