Qui il nostro articolo:

Archiviato il 2016 la Serie A si ferma per la sosta natalizia. Quindi andiamo ad analizzare questa prima parte di campionato che ha già detto molto sulle 20 squadre di A.
Partiamo dalla Juventus già campione d’inverno. I bianconeri fino ad ora hanno dominato il campionato, anche quando non mostravano un gioco cosi spumeggiante ma comunque efficace.
Le dirette inseguitrici della Juventus sono Napoli e Roma che vivono momenti diversi. La Roma ancora troppo insicura in alcune fasi del campionato, infatti sembra essere ancora distante dalla capolista in terminti di atteggiamento che ha portato la squadra della capitale a perdere punti importanti. Il Napoli fino a questo momento sta dimostrando un grande gioco molto divertente ed esaltante per gli attaccanti. Ma i Partenopei hanno messo in evidenza le solite carenze difensive che tolgono punti fondamentali al Napoli.
Lazio e Milan vere rivelazioni di questo campionato. La Lazio dopo la confusione creata da Bielsa si è ritrovata inzaghi in panchina che sembrava gia destinato alla Salernitana altra squadra di Lotito. Invece i Biancocelesti dimostrano un grande gioco che esalta le qualità singole e di squadra. Il Milan dei giovani tanto voluto da Berlusconi stupisce tutti in questa prima parte di campionato. La vera forza di questa squadra si trova in Montella che sta facendo un ottimo lavoro e nel gruppo molto compatto, dopo la vittoria della Supercoppa il milan trova ancora stimoli per mettere in difficoltà le squadre più attrezzate.
L’Atalanta è la sorpresa dell’anno, partita male nelle prime giornate con Gasperini a rischio esonero ha messo in fila tanti risultati importanti. L’Atalanta è una seria candidata per un posto in Europa League. Inoltre i Bergamaschi mettono in mostra ancora una volta un grande settore giovanile con i vari Caldara, Gagliardini e Conti.
L’Inter oggetto misterioso di questa prima parte di campionato. Inizia molto male con De Boer anche se non tutte le colpe sono le sue. La società ha enormi responsabilità nella prima parte di campionato in cui i risultati ma soprattutto il gioco latitano. Con l’arrivo di Pioli invece l’Inter sembra aver cambiato volto soprattutto dopo le ultime partite. La squadra di Milano comunque è una seria candidata alla zona champions visto la qualità della rosa.
Il Torino di Mihaijlovic coltiva ambizioni Europee in cui può sperare se continua a dimostrare il gioco fatto vedere fino ad ora. I granata hanno sempre affrontato gli avversari a viso aperto anche quando si trattava di una Big rischiando alcune volte l’imbarcata come a Napoli. Il Torino ha messo in mostra tanti gioiellini che possono far gola alle grandi partendo proprio da Belotti passando per Benassi, Baselli e Barreca.
La Fiorentina delude in questa prima parte di campionato. Obbiettivamente ci aspettavamo di più dalla squadra di Paoula Sosa che invece ha fatto molta fatica soprattutto contro le piccole squadre. La Fiorentina però sembra essere in ripresa soprattutto grazie ad un fantastico Bernardeschi che sta trascinando i suoi.
Udinese, Chievo, Genoa, Bologna, Sampdoria e Cagliari, per queste squadre il campionato sembra non avere senso, troppo evidente la differenza tecnica rispetto alle ultime quattro della classifica. Queste squadre possono ambire magari ad un posto di prestigio in classifica, visto che arriverano quasi sicuramente ad una salvezza tranquilla con qualche giornata di anticipo.
Il Sassuolo merita un capitolo a parte, situazione difficile per Di Francesco che fino ad ora non è mai riuscito a schierare la formazione tipo visto i tanti infortuni che hanno tormentato il campionato ma soprattutto il percorso in Europa dei Neroverdi. Il Sassuolo però nonostante la situazione difficile in classifica arriverà alla salvezza obbiettivo minimo di questa squadra.
Empoli, Palermo, Pescara e Crotone, queste quattro squadre fino ad ora hanno mostrato la ampia differenza tecnica rispetto alle altre. Solo una di queste quattro resterà in serie A ed è difficile prevedere chi fra di loro. Anche se non vogliamo fare di tutta l’erba un fascio infatti Empoli e Palermo anche quest’anno si trovano nella lotta per retrocedere e rispetto all’anno scorso la rosa non è stata migliorata. Pescara e Crotone invece evidenziano l’enorme differenza tra serie A e serie B che si va ad ampliare con il passare degli anni.
Chiudiamo questo articolo augurando a tutti i nostri lettori un felice 2017 da GeG. Noi chiudiamo qui per il 2016 ci risentiamo con i consigliati per la diciannovesima giornata !!!