Le analisi sono state fatte due volte, prima al momento della fermata in strada, poi un’ora più tardi al commissariato di polizia. Il giocatore è stato subito rilasciato ma come riferiscono le autorità inglesi dovrà comparire in tribunale il prossimo 13 dicembre: “Lo scorso 29 novembre Yaya Toure è stato arrestato perché accusato di essere alla guida di un veicolo con un tasso di alcool superiore a quello legalmente previsto. Comparirà davanti alla Corte il prossimo 13 dicembre”.

In Inghilterra però i taboid sono spietati e trovano subito lo scoop: nel 2012 Yaya Touré rifiutò una bottiglia di champagne, il premio per essere stato man of the match, motivando la decisione con il fatto che il suo credo religioso non gli permetteva di bere alcolici.