LA RECENSIONE UFFICIALE DI FAIV DI DANI FAIV!

A distanza di due anni dal suo ultimo album in studio, Daniele Ceccaroni in arte Dani Faiv, torna con un nuovo album intitolato “FAIV”. All’interno di questo progetto composto da 16 brani è possibile notare la maturità acquisita dall’artista, quest’album rappresenta un nuovo punto di partenza per il rapper, il quale dopo aver confermato il suo addio dal collettivo Machete che ha reso possibile la pubblicazione di tutti gli album che hanno anteceduto quest’ultimo, attraverso l’etichetta Machete Empire Records, ha scelto dal 2021, di continuare la sua carriera musicale lasciando Sony Music e approdando alla corte di Columbia Record. All’interno di “FAIV”  è possibile percepire la grinta e la passione che hanno contraddistinto l’artista spesso al centro dell’attenzione mediatica secondo cui si sia ritrovato avvolto nel successo grazie ai fatidici numeri, Dani Faiv smentisce ancora una volta questo pensiero proponendo brani intrinseci di determinazione, di storie vere vissute sulla propria pelle e di sperimentazioni ben riuscite come ad esempio il brano “HOW TO” in collaborazione con M¥SS KETA, la cui voce non è accreditata.

Gli altri artisti che hanno collaborato in questo nuovo album sono Gemitaiz, Kkrisna, Emis Killa, Leon Faun, Nayt e Drast nelle vesti di produttore e cantante. Tra queste collaborazioni risalta Leon Faun nel brano intitolato “AMELIE”, questo singolo è nato dalla voglia dei due artisti di comporre una canzone d’amore caratterizzata da forti tratti cinematografici. Entrambi riescono a ricreare nell’immaginario dell’ascoltatore scene e sensazioni particolari, il brano diventa così un racconto, il cui testo scorrevole ed efficace interpretato da Leon Faun riesce a catturare l’attenzione del pubblico, il tutto è accompagnato da una perfetta base di Strage, direttore artistico dell’intero album. Le produzioni sono tutte affidate a Strage eccetto alcuni brani prodotti dal duo Kanesh e Simon Says.

Tra i brani proposti dall’artista all’interno di “FAIV” è possibile evidenziare “ICONA HIP-HOP” in collaborazione con Emis Killa. All’interno di questa Hit Rap ritroviamo una perfetta combinazione di stili Hip-Hop proposta da entrambi gli artisti, un brano intrinseco di punchline, citazioni e rime. Un vero e proprio Beef nei confronti di tutti gli altri generi musicali, evidenziato nella seconda strofa interpretata da Emis Killa: “Icona hip hop come Pop Smoke, fanculo il pop, bro”.

La frase più rappresentiva dell’album è racchiusa all’interno dell’outro del primo brano intitolato “FAIV, PUNTO”.

“In questa linea del tempo io non voglio essere un punto. Voglio essere, punto”.

Recensione a cura di Niky Fabiano!