EFSI9, VOGLIO CONSACRARMI NEL FREESTYLE!

– Diamo il benvenuto a Efsi9 a.k.a Efsinain, benvenuto su Exclusive Magazine, come stai?

Per prima cosa vi ringrazio per lo spazio concesso. Grazie a Dio qui tutto bene… per ora

– Arrivi da Monza, un popolo in festa vista la recente promozione in Serie A, hai seguito la storica promozione o eri in studio a registrare?

– Premetto che il calcio mi piace davvero molto, ma non sono definibile un tifoso a tutti gli effetti. Nonostante questo comunque ho un forte senso di appartenenza per la mia città, quindi sì, ho visto allo stadio del Monza le finali con due miei amici (un produttore e un rapper) e martedì dopo i festeggiamenti del pullman scoperto per la città siamo andati a produrre robe. Dallo stadio allo studio è un attimo

– E’ appena uscito il tuo nuovo progetto “Drilluminato”, parlacene un pò…

– Nel 2020 stavo perdendo le speranze nel mondo del rap: tutto ciò che ascoltavo non mi piaceva, non mi ci rispecchiavo: questa poca attenzione generale nei confronti della tecnica e delle liriche (soprattutto in Italia) mi stava allontanando dalla discografia, non me ne sentivo più parte. È lì che ho scoperto il modo europeo di fare la drill: tante rime e tanto rappato. Ha riacceso in me la fiamma, mi ha illuminato, per l’appunto, così ho deciso di fare dei tributi ad alcune delle tracce che mi hanno più motivato a riprendere la scrittura. In questo senso mi definisco un Drilluminato

– Nel tuo progetto abbiamo notato tante metriche e tanti incastri, le tue doti di freestyle sembrano innate, il freestyle è ancora vivo in Italia?

– Specifico che le mie abilità tecniche hanno poco a che vedere col mondo delle battle di freestyle, dove in quest’ultime cerco di tirare fuori il colpo di genio dal cilindro. Entrambe le cose sono sintomo del mio amore incondizionato per il vero rap. Il freestyle in Italia non è ancora riconosciuto come meriterebbe, ma si sta ritagliando lo spazio dovuto. Tempo al tempo.

– Con quale leggenda del freestyle ti piacerebbe collaborare?

– Il mio idolo è da sempre Emis Killa: sia perché è brianzolo come me, sia perché credo che il suo sia uno dei percorsi più difficili che ci siano stati fin’ora nel nostro paese: molti pensano sia semplice passare dall’essere un campione indiscusso di freestyle a fare le hit radiofoniche. Lui è riuscito ad eccellere in tutti i campi del rap, sia quello classico che quello commerciale, senza dimenticarsi da dove è partito. Sicuramente in questo senso è l’esempio che voglio seguire.

– L’obiettivo di Efsi9 per il 2022 è…. 

– Negli anni passati sono riuscito a ritagliarmi lo spazio come uno degli emergenti italiani più forti delle battle di freestyle, mi piacerebbe consacrarmi in questo mondo con la vittoria di un titolo nazionale importante e nel mentre ampliare la mia fanbase con le canzoni. Sono consapevole che rimanere “fedele” a un certo tipo di mentalità può essere un limite, ma voglio che chi mi apprezza lo faccia per ciò che amo davvero. Come ogni anno l’obiettivo è di spaccare più di quello precedente!

– Grazie per la disponibilità, saluta chi vuoi!

– Grazie a voi ragazzi. Un saluto a tutti i miei fratelli della @vikings_freestyle_crew , nonché il mio gruppo, un ringraziamento a Skepsi e Elia per il sostegno e a tutti i veri appassionati di questa roba. Il rap respira ancora✌🏻