EUGENIO BENNATO, IL SINGOLO CHE ANTICIPA L’ALBUM!

Eugenio Bennato

in

“W CHI NON CONTA NIENTE”

In anteprima live “Welcome in Napoli”, singolo che anticipa l’uscita del nuovo album

30 aprile 2022

Trianon Viviani – teatro della canzone napoletana

Napoli

Termina con una grande festa al “Trianon Viviani – teatro della canzone napoletana”, in piazza Calenda 9, sabato 30 aprile, alle 21, il tour invernale di “W chi non conta niente”, che ha portato la musica di Eugenio Bennato in giro per l’Italia e all’estero e che due giorni prima di tornare a Napoli si ferma a Colonia, in Germania.

Il Trianon Viviani, casa della canzone napoletana, teatro del popolo, è il luogo ideale per accogliere il maestro della musica popolare e il suo Taranta Power ed è qui che Eugenio Bennato ha scelto di presentare in anteprima live il nuovo singolo “Welcome to Napoli”, primo estratto del nuovo disco in uscita a fine 2022, un brano che parla di Napoli città dell’accoglienza, del rispetto e della valorizzazione delle diversità. Da sempre la voce di Eugenio è sinonimo di pace, condivisione di culture, rispetto delle diversità, fratellanza tra popoli.

Eugenio (voce, chitarra classica, mandola, chitarra battente) sarà accompagnato sul palco, oltre che dalla storica formazione di Taranta Power, da una parte dell’ensemble vocale Le Voci del Sud. Con lui, Ezio Lambiase (chitarra classica e chitarra elettrica), Mujura (chitarra acustica e basso), Sonia Totaro (voce e danza), Francesca Del Duca (voce e percussioni) e Le Voci del Sud Laura CuomoFrancesco LuongoAngelo Plaitano Daniela Dentato.

Un grande impatto visivo per trasmettere energia e fiducia al pubblico che si riaffaccia a vivere un concerto dal vivo dopo le tante limitazioni degli anni passati. Un nuovo live, con brani scritti negli ultimi tempi, che si uniscono alle storie che da sempre Eugenio racconta al suo pubblico. I nuovi lavori sono ispirati alle tematiche attualissime dell’integrazione e della valorizzazione delle identità mediterranee e dei Sud del mondo, la lotta alla globalizzazione imperante, le migrazioni e le paure del ricco occidente.

La musica di Eugenio Bennato continua a viaggiare in lungo e in largo. A giugno tornerà a Torino (22 giugno; Hiroshima Mon Amour) e Bologna (23 giugno, Estragon). Per l’estate è prevista una tournée all’estero, oltre a date nei festival e nelle principali piazze di tutta Italia.

Eugenio Bennato fonda negli anni Settanta la Nuova Compagnia di Canto Popolare, e nel 1976 Musica Nova. Negli anni Novanta dà avvio, con Taranta Power, ad un movimento che impone la musica etnica italiana nella rete internazionale della World Music. Le pubblicazioni discografiche più significative sono Brigante se more (1980), Taranta Power (1998), Che il Mediterraneo sia (2002), Sponda sud (2007), Grande Sud (2008), Questione meridionale (2011), Canzoni di Contrabbando (antologia 2016), Da che Sud è Sud (2017). Il 2018 lo vede suonare nelle grandi capitali del mondo arabo africano: Tunisi, Rabat, Il Cairo, Algeri, Tangeri, Orano. Partecipa al festival 7Sois7Luas in Portogallo, ed è invitato dal Parlamento Europeo di Bruxelles a suonare in occasione della giornata dedicata ai diritti umani. Il 1° dicembre 2018 festeggia i vent’anni di Taranta Power con un grande festival in piazza del Plebiscito, Napoli. Nel 2020 esce “Qualcuno sulla terra – canzoni inedite sulla creazione” con l’ensemble vocale de “Le Voci del Sud”, e il singolo “W chi non conta niente”, anticipazione del nuovo album, previsto per l’autunno del 2021. Ad agosto 2020 è il direttore artistico di “Musica Identità Rivoluzione”, festival della musica etnica e d’autore, evento principale dell’estate napoletana.