DAHEL, FACCIAMO LA MUSICA CON AMORE!

– In “Love Nepo” parli al tuo migliore amico in terza persona, hai usato questo escamotage perché hai paura di non esserci stato abbastanza per qualcuno?
 
– La mia strofa su LOVE NEPO è un bel viaggio, ha un significato molto più pesante di quel che sembra, è una grande soddisfazione leggere questa domanda perché ognuno di noi interpreta il mood delle tracce a modo suo. Ti dico che ci sono e ci sarò sempre per ogni amico, nonostante i vari litigi, abbiamo sempre avuto un rispetto reciproco fuori dal comune da sempre. Sono anni che ci sosteniamo a vicenda per i nostri progetti, questo è LOVE NEPO.
 
 
– Come vivi la tua vita da artista? Riesci a conciliarla bene con la vita di tutti i giorni?
 
– Da quando sono tornato in Sardegna è tutto molto più lento. A Bologna la vita era più frenetica nonostante le difficoltà, le giornate erano sicuramente più produttive, ma stavo iniziando a trascurare la mia salute e la mia persona, avevo assolutamente bisogno di staccare e schiarirmi le idee visto che devo lavorare ancora molto per migliorarmi. Infatti la serenità e la tranquillità che mi dà la mia famiglia e gli amici mi permettono di concentrarmi meglio sugli obiettivi presenti e futuri. 
 
– La canzone è rivolta anche a qualche “Nepo” che si è allontanato da te nel corso del tempo?
 
“Allontanato” sì, ci sono persone che mi hanno lasciato tanto nel corso degli anni e sono andate via prima che io potessi ricambiare il favore, qualcuno ha preso la sua strada, facendo scelte diverse dalle mie, qualcun altro semplicemente non c’è più.
 
– Portare Nuoro nelle tue liriche è sicuramente una cosa che ti rende onore.
Come vivi la tradizione sarda? È una cosa che ti affascina o che ti lascia indifferente?
 
– La Sardegna ha un Mood tutto suo, i nostri antenati ci hanno lasciato in eredità costumi e tradizioni uniche, nessuno potrà mai capirlo se non ci nasce. I paesi della mia terra sono sempre uniti nonostante le difficoltà. Siamo una grande famiglia dove il rispetto l’educazione e l’amore vengono insegnati dall’infanzia. Ringrazio Dio per avermi fatto crescere in questo modo, nella mia città, Nuoro. Ogni posto al mondo ha i suoi pro e i suoi contro, ma guardandomi ora sono fiero del posto in cui sono nato. 
 
– Quale genere preferisci per i tuoi testi? Sei più attaccato alla realtà o cerchi qualcosa oltre i tuoi occhi?
 
– Racconto quello che ho visto in prima persona come molti artisti che hanno tanto da dire nei propri testi, raccontare le diverse realtà che caratterizzano quello che ho visto e che ho fatto, nel bene e nel male. Quando i ragazzi mi ascoltano, trovano un senso di appartenenza grazie alle mie parole, basta una frase per cambiarti la giornata, figurati una canzone!
 
– Quante compagnie di amici possono riconoscersi in “Love Nepo”?
 
– Quelle vere, dove un amic* è pront* a tutto per aiutare la propria compagnia, ogni persona legata ai propri amici, quelle che provano un sentimento di amore verso il prossimo e sono disposte a sacrificarsi per chi amano.
 
– Amore o fratelli di vita?
– Amare i fratelli di vita per sempre.
 
– Ti piacerebbe vivere di quello che fai? Useresti i proventi della tua vita da artista per mettere a posto anche chi ti è più vicino?
 
– Ci metto tutto me stesso ogni giorno, troppe persone mi hanno aiutato in momenti difficili, devo ricambiare nel modo migliore, spero un giorno di potermi fare carico dei loro problemi e risolverli. 
 
– A cosa sei disposto a rinunciare per inseguire il tuo sogno fino in fondo?
 
– Bisogna fare molti sacrifici per arrivare ai propri sogni, sudore e lavoro duro. Ho realizzato questo pensiero nel momento esatto in cui sono salito sopra il primo palco. Devo assolutamente dare il massimo sempre.
 
– Hai voglia di salutare gli amici di Exclusive Magazine svelando qualcosa che bolle nel tuo pentolone?
 
– Grazie mille per la chiacchierata e per avermi dato la possibilità di farmi conoscere a nuove persone! La prossima traccia si chiamerà come la mia squadra del cuore, sarà un gran viaggio ve lo assicuro… il mood è?
 
Intervista a cura di Andrea Ciucci!