Carl Brave
Le classifiche italiane dell’estate 2021 sono state dominate da vari generi musicali, tra i quali il Reggaeton e il Pop. Quest’ultimo genere è stato caratterizzato da vari singoli come ad esempio “Makumba” di Noemi che vede la partecipazione di Carl Brave, il brano pubblicato a Luglio sembra portare una ventata d’aria fresca, il connubio tra i 2 artisti è perfetto a tal punto da meritarsi 2 dischi di platino in meno di 3 mesi. Nonostante il successo di “Makumba”, Carl sente l’esigenza di mettersi in gioco, il 14 Settembre annuncia a sorpresa “Sotto Cassa”, un progetto che nessuno si sarebbe mai aspettato, tantomeno da chi come lui pur diferenziandosi sempre, ha cercato di seguire il genere che l’ha reso famoso, l’Indie. “Sotto Cassa” è stato pubblicato il 21 Settembre, è un Ep prodotto interamente da Carl Brave in chiave elettronica, un disco che girerebbe perfettamente nei migliori club italiani.
L’artista anche in passato ha mostrato le sue doti da produttore, come ad esempio nella traccia “La Prossima Volta” contenuta nell’album “64 Bars” di Redbull dove Gemitaiz canta proprio su una base di Carl. Ed ecco che l’artista romano sceglie di reinventarsi, pubblicando questo progetto innovativo e diverso, nel quale ha voluto sperimentare nuove sonorità. In questo suo nuovo lavoro possiamo trovare “Matrimonio Gipsy” traccia pubblicata il 2 Luglio 2021, che vede la partecipazione di Myss Keta e Speranza. L’idea di unire e fondere assieme artisti di genere differente rappresenta l’unicità del brano, d’altronde Indie, Pop e Rap hanno sempre viaggiato sulla stessa linea d’onda spesso intrecciandosi tra loro, ma mai come quest’anno (ricordiamo infatti il brano “Jackpot” contenuto nell’album “Milano Soprano” di Don Joe, all’interno del quale collabarono J-Ax, Coma_Cose e ancora Myss Keta ndr.).
Il progetto del cantante e producer contiene 12 tracce, ovvero 6 brani e 6 relative skit le quali come da lui affermato in una risposta data su Instagram “servono per far capire come lo stesso testo possa cambiare mood a seconda della produzione”. Le skit sono prodotte tutte in chiave acustica al contrario dei 6 brani realizzati in chiave techno che viaggiano sui 120-140 bpm. All’interno dell’Ep possiamo trovare anche varie collaborazioni come Gemitaiz nel brano “Brutto Esempio”, Pretty Solero nel brano “Piazza Trilussa” e Ketama nel brano “Calimocho”.
L’idea di sperimentare nuove sonorità dividerà di certo i fan di Carl Brave, ma che piaccia o no l’artista è riuscito a mettersi in gioco intrecciando due mondi musicali apparentemente distanti, creando un mix originale di suoni acustici ed elettronici. In un periodo nel quale la musica sembra sempre più omologarsi, dove quasi tutti gli artisti cercano e inseguono la stessa direzione, non distaccandosi mai dai loro generi, Carl è riuscito a creare un progetto unico nel suo genere. Noi auguriamo a tutti di poter ascoltare e ballare questi brani nei club e nelle discoteche, con la speranza che la loro riapertura possa essere imminente. 
 
Articolo a cura di Niky Fabiano!