Metal Carter

Quanto tempo hai impiegato per produrre questo nuovo album e cosa ti ha spinto a rimetterti nuovamente in gioco?

Il rap è la mia vita, il mio lavoro, la mia passione. Puntualmente mi rimetto in gioco con un nuovo album appena penso che sia il caso di farlo … Ma dedicando molto del mio tempo al rap il momento di sfornare “robba” nuova arriva sempre abbastanza presto …. Ho impiegato circa tre mesi (di lavoro discretamente serrato) per registrare, mixare e masterizzare. Avevo già i testi pronti e le idee chiare su che tipo di beat usare.

Scegli quella che per te è la traccia più rappresentativa di Fresh Kill o comunque la tua preferita.

Questa è una cosa che mi chiedono spesso a cui non posso e non so rispondere. Sono legato a tutti i brani di “Fresh Kill”, se pensassi che una traccia non stesse allo stesso livello delle altre l’avrei scartata. Ho sempre pensato che questa cosa della canzone preferita è un po’ una cosa da juke box, da tv top ten, da pussy. Quando ascolto un album lo ascolto dall’inizio alla fine! Se lo tolgo prima dell’ultima canzone molto probabilmente non è un bel disco. Sono abituato ad ascoltare i dischi dalla prima all’ultima traccia proprio perché gli album sono concepiti per essere ascoltati dalla prima all’ultima traccia e la tracklist non è casuale. Io sono legato a tutte le miei canzoni e negli album che amo, quando li ascolto, non skippo mai nulla.

Tra i featuring spicca sicuramente quello con Young Signorino. Come vi siete conosciuti e cosa ti ha attratto maggiormente di lui?

Mi ha attratto il fatto che lui ha fatto parte della prima ondata trap/drill/new wave o come diavolo vuoi chiamarla. Io rispetto sempre chi porta uno stile per primo. È stato un personaggio di rottura. Lo stimo musicalmente e mi ci trovo bene umanamente. L’ho conosciuto in chat sui social e poi ci siamo beccati più volte di persona. Tutto ebbe inizio quando lui propsò con un’insta story il mio brano “Controverso” contenuto nel precedente album “Slasher Movie Stile” del 2018.

Come stanno andando le vendite del disco e come è stato percepito a primo impatto dai tuoi fans?

Le vendite stanno andando molto bene, il disco sta andando molto bene, sto ricevendo complimenti entusiasti in continuazione, è stato percepito e capito bene direi. I fan hanno apprezzato molto il fatto che questo album è meno dark e romanzato e più street e gangsta.

È vero che hai anche un altro album praticamente pronto e se si quando vorresti farlo uscire?

Sì ho un album praticamente pronto e vorrei farlo uscire prima della prossima estate, ma non voglio ancora rivelare il titolo, vediamo un po’ come si mettono le cose e sicuramente più in là vi saprò dire di più.

Ti manca esibirti in live e avere un rapporto diretto con i tuoi fans?

Sì mi manca molto esibirmi dal vivo, da quando ho iniziato a fare rap non mi è mai capitato di stare così tanto tempo senza suonare. Mi fa un po’ strano questa situazione come fa strano un po’ a tutti, il rapporto diretto con i fan lo mantengo con le dirette insta, ma, ovviamente non c’è lo stesso clima che si crea durante un live.

Sei fiducioso di poter tornare a farlo nel 2021?

Da quanto ho capito nel 2021 non si potrà ancora suonare, il virus ci dannerà per altro tempo ancora, se ne riparlerà forse nel 2022. Prima che i live tornino alla normalità, secondo me bisogna inventarsi un modo di suonare alternativo e adeguato a questo corona time.

A differenza del passato nel nuovo album ti sei affidato ad un produttore differente e stiamo parlando di Akira Beats. Com’è l’intesa tra voi due e avete in cantiere altra musica per il futuro?

No. Non abbiamo in cantiere altro per il futuro. Ho conosciuto Akira tramite il mio amico Numi, stavo frequentando il 3tone Studio, perché come spesso mi accade devo avvalermi di più studi avendo sempre parecchio materiale da registrare. Così ho iniziato a registrare con da Akira, sono molto soddisfatto delle produzioni di “Fresh Kill”. I beat sono venuti esattamente come volevo che venissero.

Tra le collaborazioni più frequenti nei tuoi album troviamo spesso e volentieri Santo Trafficante. Parlaci del rapporto speciale che hai con lui e di come è nata questa traccia Proposta di Omicidio.

My Homie TC Flow Boss! Santo è un mio grande amico esattamente dal 2004. È un grande rapper e una grande persona. Forte in entrambi i casi. Per quanto riguardo la song specifica che mi hai chiesto preferisco non parlare di come è nata questa “Proposta di Omicidio….”.

Ti ringraziamo Metal Carter di essere tornato qui su Exclusive Magazine e ti invitiamo a salutare chi più ritieni opportuno.

Ringrazio tantissimo voi per l’intervista, saluto tutti gli artisti che ho ospitato su “Fresh Kill”, tutto il mio team e in particolare Enrico Giannone, un saluto speciale anche a tutti i miei veri fan, siete unici!

Intervista a cura di Giovanni Paciotta!