ensi

Sulla scia del successo di Emis Killa e Jake la Furia con il ritorno del rap, sarà riuscito Ensi a creare un prodotto real e commerciale allo stesso tempo?

Il re del freestyle torna con un ep puramente hip hop. Jari Ivan Vella, in arte Ensi, ha rilasciato “Oggi”, primo lavoro di una lunga serie, come annunciato dall’artista.
Il disco contiene sei tracce. Le abbiamo ascoltate e queste sono alcune delle nostre considerazioni.

L’opera si apre con “090320” traccia puramente hip hop per scrittura e produzione. “Pronto a morire come Biggie” dice Ensino, da sempre grande fan del rapper statunitense, che ci tiene a ribadire di non aver mai voluto voltare le spalle a questa cultura a differenza di molti dei suoi colleghi. Il brano ricorda le sonorità dell’Est Cost e sarà particolarmente acclamato da chi ama la “classic shit”.

Il disco prosegue con “Clamo” e “Mari”. La prima traccia vede la collaborazione di Dani Faiv, rapper targato Machete che negli ultimi anni ha presenziato nei lavori rap più importanti in termini di vendite. La produzione é affidata a Strage. Nella seconda, Ensi si affida a Andry The Hitmaker. Il produttore realizza un beat molto particolare dove l’ex membro dei OneMic e Giaime si alternano in un inno alla Marijuana. Le canzoni in questioni sono ottimi prodotti, non sono classici c’è una buona fusione tra il sound moderno e il Rap. È nelle successive tracce però, che l’attitudine di Ensi e le sue capacità si manifestano del tutto.

“Specialist” prodotta magistralmente da Gemitaiz, é una fucilata vecchio/nuovo stampo. Il Flow di Ensi scende sulla base “come il cestello dai balconi nei quartieri” e c’è anche spazio per una barra tributo a “Io non ti Invidio” di Fabri Fibra.
Il brano, che ha anticipato l’uscita del disco si incastra nel cervello come una hit, senza essere una hit.
“Non sei di qua” e “Giù le stelle” sono i due gioiellini finale di questo Ep.
Eh si, perché é in questi ultimi brani che il valore artistico di Ensi esplode definitivamente. Cambi di flow , tematiche puramente hip hop e due sound innovativi, affidati a 333 Mob e Chris Nolan che chiudono in bellezza quello che dovrebbe essere solo l’anticipo del ritorno sulla scena della leggenda del 2thebeat.

L’artista piemontese non ha mai ceduto all’uso dell’ autotune, all’eccessiva commercializzazione del prodotto e alle mode passeggere. Ascoltare Ensi, significa ascoltare hip hop.
Nell’ anno in cui il vero Rap sembra essere tornato Mainstream a discapito della Trap( vedi Gue, Emis e Jake ecc) ci chiediamo quando possa finalmente arrivare la consacrazione di Ensi per quanto riguarda le vendite, Rapper che, probabilmente, non ha ancora ricevuto quello che merita. Riuscirà ad imporsi nelle classifiche con un Rap che non scende a compromessi? Ci riuscirà con questo Ep?

Ultima considerazione: Da sempre nell’ ambiente rap si pensa che che i mostri del freestyle non abbiano grandi capacità liriche. Beh ascoltate questo disco e cambierete idea!

Articolo a cura di Luca Ardia!