Ivano Lpk
Veleno il nuovo ep di Ivanò Lpk pubblicato il 10 luglio su tutti i digital store e distribuito da arms empire.
 
front cover.jpg
Track Veleno.jpg
 
 
 
VELENO è un ep di 6 tracce tra cui 3 già pubblicate nei mesi scorsi, (BELLADONNA, HYPOKRITĒS E FIORI DI CICUTA) ogni traccia fa riferimento ad un veleno, pianta velenosa e sentimenti. Metafore, storie d’amore, storytelling ed l’esperienze personali hanno dato vita a questo ennesimo viaggio nella musica e se stesso
Track list
1. L’orgoglio è veleno (prod Fox )
2. Belladonna (prod. Mista Bobo)
3. Raptus (prod. Deiv)
4. Hypokritēs (prod Mista Bobo)
5. Fiori di cicuta (prod Fox)
6. Cianuro e assenzio (prod Karmine DC)
Spiegazione brani :
01. L’ORGOGLIO È VELENO
Prodotta da @andrea_fox_baby
“L’orgoglio è veleno” è il brano che apre ep
Cos’è l’orgoglio? Per me è un sentimento con una doppia faccia.
L’essere fieri dei propri successi, dei propri figli, in alcuni casi l’orgoglio non ti fa perdere la dignità, la faccia e la piena sicurezza di sè stessi ma a volte puó avere un significato negativo e contrario diventando anche un veleno, alzando un muro tra te e una persona la quale compiendo anche un piccolo errore, ti ferisce inconsciamente e l’orgoglio ti allontana da quella persona involontariamente.
L’orgoglio è stato veleno.
02. BELLADONNA
Prodotta da @producedbybobo
Il primo brano creato, nonchè primo estratto, il cui titolo fa riferimento alla pianta velenosa “Atropa Belladonna”.
La Donna è anche la tipica protagonista di un amore nocivo e tossico, dove nonostante la consapevolezza di poter rimanere feriti da tale relazione, sei chiuso in una gabbia mentale la quale ti spinge comunque a farti male involontariamente.
03. RAPTUS
Prod. by @deiv_ncd
“Raptus” è la definizione di rabbia, innescata da piccole dosi non letali, date dall’impulsività al reagire di fronte a tutte le problematiche quotidiane e attuali: i barconi, l’immigrazione, gente che muore in mare, la rabbia di quando sei consapevole che ragionando solo con la testa e mettendo il cuore da parte io quadra cambia totalmente e questa è la cosa che più ti avvelena, L’impulsività e la rabbia sono il mio veleno.
4. HYPOKRITĒS. prodotta da @producedbybobo
Hypokritēs una parola che con il tempo ha avuto tanti cambiamenti sia nella forma che nel significato per farla breve:
hypokrínomai, il cui significato generale (“comunico un fatto interiore o segreto [dopo averlo ben vagliato]”) appare fissato in due accezioni particolari: “interpreto” (specialmente sogni, oracoli o altre manifestazioni della divinità) e “rispondo” (dopo aver attentamente esaminato i fatti). […] Il senso generico del verbo ricompare poi “hypokritēs” che significa “colui che risponde”, e indica anche un attore di teatro.
La forma hypokrisia è rara e tarda; il latino
hypocrisia che ne è la fedele
trasposizione, ha vissuto una sua vita sotterranea penetrando, attraverso le traduzioni della Sacra Scrittura, nella
lingua popolare, come fa fede l’esito italianoipocresia documentato nelle prime opere in volgare.
Tutto questo lo inteso come il veleno dei soldi la corruzione del pensiero stesso l’ipocrisia, l’essere ‘’hypokritēs’’ nel fare soldi raccontando un problema in una qualsiasi forma d’arte, fare soldi sul problema stesso ma comunque sia il problema rimane irrisolto.
5. FIORI DI CICUTA
Prodotta da @andrea_fox_baby
La cicuta come la belladonna è un pianta velenosa, il veleno con cui si è avvelenato Socrate, consapevole del fatto che in quel mondo non c’era spazio per una persona come lui, la quinta traccia dell’ep rappresenta il rimorso, il senso di colpa di un amore ormai perso per i tanti errori fatti ma nello stesso tempo consapevole del fatto che anche se non ci fossero stati quegli errori la storia molto probabilmente non sarebbe cambiata, un amore che era finito ormai da tempo ma la mancanza di quella persona continua ad esserci.
6. CIANURO E ASSENZIO
prodotta da @karmine_dc_official
‘’CIANURO E ASSENZIO’’ Il brano che chiude ep, il veleno dei soldi delle dipendenze quel veleno che ti appanna la vista e non ti fa vedere i valori veri della vita, ti fa allontanare dalle persone che ti amano veramente, non ti fa capire quanto sia bello vivere di quanto siamo fortunati nel poter parlare, camminare, sentire gli odori del mondo e vedere con i propri occhi i colori che lo rendono così bello e sopratutto che siamo fortunati ad avere una ‘’scelta’’ perche tante persone già per il posto dove nascono non gli offre una scelta e tutto questo ho cercato di spiegarlo sempre sotto forma di una storia d’amore.
Perché comunque penso che l’amore sia l’antidoto e nello stesso tempo il veleno più potente che esiste.
 
front 2.jpg