Future

È il solito Future in “High Off Life”. Un nuovo progetto con Drake potrebbe mischiare di nuovo le carte in gioco?

Sulla copertina del nuovo album “High Off Life”, Future viene fotografato con le braccia larghe, in modalità trionfante, mentre lui sembra sbucare dal tettuccio di una limousine. Una diapositiva dell’ennesima vittoria commerciale dell’artista statunitense, che solo dopo 30 minuti dalla pubblicazione dell’album, è arrivata la prima certificazione: disco d’oro da parte della Recording Industry Association of America (RIAA). L’obiettivo era stato centrato grazie alla pubblicazione di “Life is Good”, il featuring con Drake, in grado di diventare già prima dell’uscita dell’Ep quattro volte di disco di platino. Proprio la traccia con l’artista canadese sarebbe dovuta essere la titletrack, cambiata con High Off Life proprio all’ultimo minuto: Future avrebbe deciso di cambiare il titolo del progetto solo quattro giorni prima della sua uscita.

Un album di 21 brani con la consueta collaborazione dell’élite del panorama americano, da Drake e Travis Scott, a Young Thug e Lil Uzi Vert, e con il suo sound, un marchio di fabbrica che lo contraddistingue dall’inizio della sua carriera. In High Off Life riusciamo ad ascoltare l’ottima tecnica di Future legata alla perfezione con i beat che variano da sonorità trap provenienti dal contesto musicale di Atlanta, a suoni molto più pop anche grazie alle partecipazioni di produttori molto variegati tra loro. Ciò che però ha reso l’album una vera perla in questo periodo carente di uscite musicali, è stata la doppia partecipazione di Drake e i rumour attorno ad un progetto futuro che potrebbe essere più vicino di quanto si pensi.

Già nell’aprile 2019, Drake e Future apparentemente hanno stuzzicato i propri fan sull’uscita di “What A Time To Be Alive 2”, un seguito al loro progetto congiunto del 2015, su Twitter. Mesi dopo, nel gennaio 2020, hanno lanciato “Life Is Good”, alimentando le voci secondo cui sarebbe arrivato un altro album in comune. Dopo mesi in cui si sono rincorse voci di tante canzoni inedite registrate assieme, l’assenza di più brani in “Dark Lane Demo Tapes” e “High Off Life” hanno lasciato crescere le indiscrezioni riguardo ad un progetto in composizione. Ad aumentare le aspettative su quello che potrebbe essere una nuova pietra miliare nel panorama urban americano, ci ha pensato Drake nell’intervista rilasciata a Rap Radar negli scorsi mesi. L’artista canadese ha rilevato che sono stati i mesi più impegnativi della sua vita, sia per i suoi progetti da solista, ma anche per la collaborazione con un artista che lavora “sempre” come lui. Dopo aver chiarito che quell’artista fosse Future, ha annunciato di esser entrambi seduti in attesa di dover decidere il destino di tonnellate di musica inedita. Una mezza ammissione, magari in attesa di una ripartenza della musica anche nelle sue esibizioni live. Dopo “Dark Lane Demo Tapes” e “High Off Life” cosa dovremmo aspettarci nei prossimi mesi? Ma soprattutto, la coppia Drake e Future avrà lo stesso livello di aspettativa di uno dei progetti più attesi come quello degli Scotts, firmato da Travis Scott e Kid Cudi?