Direttamente dalla pagina ufficiale della Pallacanestro Biella:

Nella conferenza stampa di metà settimana, tenutasi ieri al Biella Forum, il preparatore fisico dei rossoblù Roberto Marocco ha discusso dello stato di forma della prima squadra e del piano di preparazione in vista dei prossimi impegni di campionato. Di seguito le sue dichiarazioni.

Sul lavoro fisico: «È importante da qui alla fine della stagione mantenere sempre il nostro ritmo, sia in settimana sia in partita, è fondamentale che anche dal punto di vista fisico venga tenuta nel gruppo una certa intensità. Di sicuro non possiamo presentarci ai playoff togliendo una parte di preparazione. Insieme al coach continuiamo a gestire intensità e durata degli allenamenti, indipendentemente da cosa dice la classifica o altri calcoli matematici».

Sui singoli: «Abbiamo recuperato De Vico, che in questi giorni sta continuando a lavorare tanto anche individualmente. In settimana Niccolò ha svolto allenamenti extra. La nostra speranza è di aver così allungato le rotazioni e di lavorare tutti insieme nel migliore dei modi. Il caso di Hall è molto particolare. Il suo cento per cento è influenzato da piccoli adattamenti ai fastidi dovuti alla sua carriera e all’età. Ha però ottimi mezzi e ottime qualità per compensare queste mancanze. Il suo massimo rendimento è bravo a tirarlo fuori nei momenti importanti, quando serve. L’atteggiamento dei più giovani è ottimo fin da inizio stagione. In allenamento si impegnano molto, danno sempre il massimo, prima di ogni seduta seguono le loro routine, lavorano duro. Le abilità tecnico-tattiche in campo miglioreranno con l’esperienza e l’allenamento… Da un punto di vista fisico sono molto soddisfatto».

Sulle differenze con la scorsa stagione: «La scorsa stagione era diversa da quella attuale, era la mia prima esperienza nello staff di coach Carrea e sicuramente erano diversi i protagonisti in campo per qualità fisiche e anagrafiche. Era il mio primo anno anche con giocatori importanti come Ferguson. Jazz arrivava da un percorso diverso rispetto a quello che ha fatto quest’anno. Nell’estate della scorsa stagione non aveva mai mollato, non aveva mai scaricato, si era presentato a Biella con una forma fisica incredibile. Quest’anno sono cambiati i presupposti e anche il lavoro che abbiamo programmato insieme al resto dello staff. Abbiamo poi cercato di rendere il monitoraggio degli allenamenti un po’ più controllato. Anche le premesse per avvicinarci alla seconda parte della stagione sono differenti. Abbiamo fatto ragionamenti in vista dei playoff con l’obiettivo di prepararci al meglio».