Direttamente dalla pagina di SSS Pallacanestro Sarno:

Le Final Four di Coppa Campania offrono sempre spettacolo e quest’anno l’edizione ospitata al Pala-Finamore di Sarno non è stata da meno. La prima semifinale, che ha visto sfidarsi le compagini di Pozzuoli e Napoli, ha visto prevalere la formazione di coach Serpico, con il punteggio di 87-69. La formazione puteolana andrà quindi a giocarsi la seconda finale in due anni con la Renzullo Pallacanestro Sarno che proprio due settimane fa gli ha soffiato il primato in classifica. Gli uomini di coach Parrillo cercheranno, dopo aver eliminato non con poche fatiche la compagine nolana, nella seconda semifinale in programma oggi, di trattenere per un altro anno il trofeo a Sarno, dopo che l’anno scorso ad aggiudicarselo era stata proprio l’altra squadra sarnese, la Galletto Basket Sarno. Partita subito difficile per la Pallacanestro Sarno, Nola si sapeva era un avversario ostico e stasera ha dimostrato, ancora una volta, tutto il suo valore. Sin dal primo quarto gli attacchi dei ragazzi di patron Renzullo sono stati pareggiati a suon di penetrazioni e bombe da tre. Gli uomini di coach Grande non si fanno spaventare dalla forza dei sarnesi e dal palazzetto di casa, chiudendo il primo quarto in svantaggio di soli 5 punti (18-13). Secondo quarto che vede i padroni di casa cercare di scrollarsi di dosso l’impasse di inizio gara ma il risultato finale è solo quello di accrescere la tensione nervosa, la squadra non riesce a girare come vorrebbe, sotto ritmo anche i giocatori chiave: capitan Moccia, Beatrice e Marmugi, acciaccato invece il solito gladiatore Rusciano. Si va a riposo con un vantaggio esiguo: 40-33. Seconda frazione di gioco che ricomincia ancora una volta con gli uomini di coach Parrillo che cercano di prendere il largo, con Chiavazzo ancora una volta trascinatore dei suoi. La partita si innervosisce definitivamente quando alcuni tentativi da 3 e molte azioni si infrangono sul muro nero nolano, complici, poi, anche alcune scelte sbagliate dei direttori di gara che rendono il Pala-Finamore una bolgia, la partita diventa molto spezzettata e piovono le sanzioni disciplinari. Nola ne approfitta e riduce il proprio svantaggio a soli 5 punti ed inizia a mettere seriamente paura alla Pallacanestro Sarno. Terzo quarto che si chiude sul punteggio di 52-47. Ultimo quarto vissuto tutto d’un fiato: gli ospiti continuano a colpire, botta e risposta sotto i canestri, finchè dopo una serie di errori nolani è De Meo a far respirare i suoi con una bomba da tre. Tiro che sveglia definitivamente la compagine di coach Parrillo, che decide di voler portare a casa la partita e accedere in finale. Chiavazzo è ancora una volta super e con una serie delle sue solite percussioni e una difesa da parte dei compagni finalmente chiusa ermeticamente, si riesce ad allungare il divario e chiudere la partita, il numero 22 sarnese si lascia andare con un urlo liberatorio quando il punteggio segna +11 sul tabellone e la partita è finalmente in cassaforte a 3 minuti dalla fine. Risultato finale: 71-60. Appuntamento domani sera alle 20 per la finalissima contro Gma Virtus Pozzuoli, la partita del riscatto, dopo la sconfitta che è costata il primato, per i ragazzi di coach Serpico e della consacrazione per i ragazzi di coach Parrillo.

Altre news su Exclusive Magazine!