Un anno in un’intervista:

Per iniziare così un 2017 che, per il settore giovanile della Treofan Battipaglia, dovrà diventare entusiasmante. Almeno questo è l’augurio.
Ripartendo però: “Dall’idea di lavoro comune e dalla grande sintonia che ha avuto sin dal primo giorno lo staff tecnico, con riunioni programmatiche ed un attento monitoraggio agli allenamenti e alle partite – afferma il responsabile del vivaio biancoarancio Aldo Russo -. Oltre alla parte tecnico-tattica, molto importante è stato anche lo sviluppo fisico che è stato possibile per merito della grande collaborazione di Francesco Ambrosano”. Uno sviluppo che dovrà continuare a 360 gradi nella seconda parte di stagione, ma intanto è tempo di primi bilanci per coach Russo.

Le Eccellenze: “La 18 è in linea con l’idea iniziale, cioè seminare in vista del prossimo anno con un gruppo sotto età. I ragazzi stanno maturando esperienza e consapevolezza di come stare in campo. Per quanto riguarda la 16, invece, stiamo lavorando prevalentemente sulla capacità di avere sempre la giusta iniziativa in campo, abbinando la comprensione dei vari giochi e lo sviluppo individuale. Nelle ultime uscite, vedi la gara con Salerno, si sono visti tutti i miglioramenti in tal senso”.

Le Regionali: “L’under 20 sta lavorando in continuità con il grande operato che sta svolgendo la prima squadra, un discorso che per certi versi si può fare anche per la 18 di Serrelli. Fino ad ora questa squadra ha effettuato un buon cammino, mostrando un continuo processo di crescita come auspicato ad inizio stagione. In netta crescita è anche la 16, per merito del lavoro quotidiano è visibile ad occhio nudo il miglioramento costante. Infine c’è la 13 dove Amato e Siano stanno lavorando con entusiasmo sulla crescita e sullo sviluppo delle capacità tecniche e motorie di base”.

L’Elite: “Una squadra che ha trovato nella vittoria con il ViviBasket Napoli quanto seminato in questi primi tre mesi. Lo sviluppo continua nel verso giusto”.