GIVOVA SCAFATI: LE PAROLE DEL PRE-PARTITA!

Dal sito web della Givova Scafati Basket riportiamo le parole del comunicato pre-partita:

Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Questo anticipo della decima giornata di campionato è un incontro molto difficile per noi, perché dovremo fare ancora a meno del nostro leader in campo Naimy. Ciò non deve però costituire un alibi, anzi uno sprone a fare tutti qualcosa in più per ottenere quella vittoria, che ci consentirebbe di toglierci questa scimmia dalle spalle. Nelle ultime due partite senza Naimy abbiamo fatto comunque grossi passi in avanti dal punto di vista mentale e del gioco, contro squadre come Trapani e Tortona, costruite per stare nelle parti alte della classifica. In particolare, sulla gara contro Tortona, abbiamo tanto da recriminare, perché, nonostante l’impegno profuso dai ragazzi fino alla fine, avremmo potuto farla nostra se solo non avessimo commesso così tante piccole ingenuità. Probabilmente, dobbiamo stare più concentrati e non consentire ai nostri avversari di conquistare quel margine di vantaggio che poi diventa difficile da colmare, facendo cose semplici, attenendoci alle regole, al sistema e giocando di squadra. L’EuroBasket Roma è a quattro punti da noi, ha avuto un ottimo inizio di campionato ed è dotata di due buonissimi statunitensi, sulla cui classe si fonda la struttura base dei capitolini, oltre a due atleti di grande affidabilità ed esperienza come Malaventura e Righetti, che conoscono a menadito questo campionato, e a Stanic e Bonessio, che danno molta consistenza, con il primo molto bravo a dettare i ritmi di gioco».

Dichiarazione del centro Linton Johnson: «La prossima partita è importantissima sia per la società che per noi giocatori ed in particolare per la stima in noi stessi che, dopo quattro sconfitte di fila, vogliamo e dobbiamo riconquistare. Non possiamo continuare su questa strada, dobbiamo invertire marcia sin da subito. Il coach ha avuto parole di elogio ed incoraggiamento per tutti e ci ha indicato la strada da percorrere. La settimana di lavoro è stata proficua, negli occhi dei miei compagni ho visto una gran voglia di riscatto ed una grinta senza precedenti. Questa sfida è per noi fondamentale, per voltare definitivamente pagina. L’EuroBasket Roma è una buona squadra, rispettiamo tutti i nostri avversari, ma dobbiamo guardare solo a noi stessi, perché abbiamo un roster competitivo e all’altezza di uscire da questa situazione: basterà percorrere insieme e nella stessa direzione la strada che il coach ci ha indicato».