Rassegna d’arte: “Il Mito ,Artemisia Gentileschi-Dediche”
A cura di Enzo Ruju.
Il mito Gentileschi, fascino della prima donna Barocca, persona e pittrice di un periodo storico ricco di emozioni sociali, culturali attraverso le grandi famiglie che governavano l’Italia le Signorie.
Artemisia nasce a Roma nel 1593 nel tardo Rinascimento inizio Barocco, figlia del pittore Orazio Gentileschi nobiluomo
dell’Aristocrazia romana.
In gioventù Artemisia viene stuprata da Agostino Tassi, amico del padre e assidua presenza in casa Gentileschi. Amore platonico e perverso l’artista Tassi ossessiona Artemisia e in un momento di follia possiede  Artemisia e la violenta senza il suo consenso.
Dopo lo stupro Artemisia  contaminata nella psicologia giornaliera e attività artistica ,nei dipinti successivi alla vicissitudine ,Pathos e oblio saranno le forti caratteristiche della sua pittura. Oggi si omaggia la Gentileschi con la rassegna d’arte: Il Mito, Artemisia Gentileschi-Dediche. Gli artisti invitati per l’occasione espongono delle dediche a Artemisia e nel merito: pittura, body- art, tatuaggio,
fotografia, Fumetto. Un excursus per omaggiare la donne, la libertà sociale, l’autonomia, la professionalità, le donne in carriera.
In libreria Mondadori al Vomero la presenza storica al contemporaneo di Artemisia per una risposta ,non esaustiva, dei linguaggi artistici contemporanei. Il linguaggio di Artemisia è forte, tagliente ,le pennellate rabbiose, colori accesi ,scene come se fossero scatti fotografici momento per momento dello stupro subito. Artemisia vittima di una società aristocratica decadente, senza regole, con mandanti per istigazione al suicidio e omicidi per la brama del potere. Ordini eseguiti con la compiacenza ecclesiale e riti tra sacro e profano per l’indulgenza dei peccati.
La rassegna indica un percorso di artisti, con linguaggi diversificati, assemblaggi di materiali indice di un cammino  di persone operanti le arti, nel faticoso raggiungimento della bellezza. L’idea di bellezza espressa dai Greci dal Tempio all’arte Classica.
Siamo ormai prossimi all’evento e con forza e determinazione noi artisti promuoviamo la presenza di Artemisia donna ,pittrice,
degna interprete femminile inizio Barocco.
Artemisia termina il percorso della sua vita nel 1652 a Napoli.
Per la storia Artemisia ebbe moti amanti, ma il suo grande amore fu Nickolas  Lanier e la figlia avuta da Nickolas  Francesca; la storia continua il suo percorso di vita in una società smarrita e opulenta.
Artisti Invitati: Ivana Cosco, Antimo Foglia, Rosario Ascione, Enzo Ruju, Ciro D’Alessio, Anna Poerio Riverso, Mario Ricci.
Interventi di : Massimo Abbate, Vincenzo Martongelli, Roberto Della Ragione, Pasquale Capasso ( Miss Blumare) Davide Ponticiello.
Vernissage: Sabato 19 Novembre ore 17,00-Presso la libreria Mondadori Vomero Piazza Vanvitelli
Enzo Ruju- cell:347/8765177.
enzo-ruju-2 enzo-ruju-3