Dopo la sconfitta con la Pol.Battipagliese, e un afflusso abbondante di squadre in vetta, la Galletto Sarno cosa può dire a questo campionato? 

La sconfitta di Battipaglia ha sicuramente dimostrato che abbiamo bisogno ancora di tempo per lavorare e conoscerci. Sia la stessa battipaglia, sia le altre squadre candidate al salto di categoria, hanno un mese in più di lavoro sulle spalle e ciò lo stiamo inevitabilmente pagando. siamo insieme da un mese circa e non abbiamo avuto molto tempo di amalgamarci e stabilire equilibri e gerarchie. Il numero elevato di partite che il calendario ci ha messo a disposizione sicuramente non ci ha facilitato, ma la squadra, con il supporto dello staff e della società, sta provando a fare del suo meglio. Stiamo lavorando sodo per seguire le direttive del coach ed è questo quello che ci ripagherà in futuro, per ora solo testa bassa e lavorare.

Media punti invidiabile, assist e tanta continuità, Greco dove può arrivare con queste nuove motivazioni ritrovate a Sarno? 

Personalmente provo solo a fare del mio meglio attraverso il lavoro con i compagni, cercando sempre di trovare i giusti equilibri. Sicuramente avere continuità di prestazione aiuta, ma l’importante che si raggiunga una continuità di squadra, è questo il vero obbiettivo personale

Sicuramente la sfida contro Angri si avvicina, un Angri rinnovata, anche se parlassimo di strutture, come ti sentirai quando scenderai sul nuovo parquet? 

Sono sicuramente curioso di vedere come è stato rinnovato il palazzetto ad Angri. Quando sono arrivato lì, là struttura era ai limiti della decenza e con tutta onestà sono estremamente contento che le cose siano cambiate. La società ha sicuramente fatto un ottimo lavoro per garantire una struttura nuova alla squadra ma soprattutto sono contento per la gente di angri che va a vedere le partite. I tifosi e la città sicuramente meritano quel palazzetto. Sarà sicuramente speciale giocare lì da avversario, ma sarà altrettanto difficile perché la squadra di casa è attrezzata per il salto di categoria, bisognerà dare il massimo per provare a fare risultato.

Siamo ormai nel pieno del campionato, ad oggi, l’obbiettivo di Pasquale Greco è…

Il mio obbiettivo è quello di crescere con la mia nuova squadra. Credo che in un campionato di livello così alto come quello di quest’anno, sia importante allenarsi con continuità e consapevolezza. I numerosi stranieri hanno alzato il livello del campionato, da un lato spero che ciò non continui a danneggiare troppo quei pochi giocatori italiani rimasti, d’altro lato però bisogna ammettere che ce ne sono alcuni veramente molto bravi e ciò deve spronare me, e non solo, a fare il massimo per competere e migliorarsi.