MAPO JUNIOR, COSTRUISCO LA MIA STRADA CON LA MUSICA!

Benvenuto a questa nostra chiacchierata insieme Mapo Junior, iniziamo dalle domande facili, come stai? 

Le domande facili in realtà sono sempre le più difficili, mi tengo impegnato.

 

Da poco è uscito “Io.” il tuo nuovo ep, che cosa rappresenta questo progetto nel tuo percorso artistico? 

Diciamo una via di mezzo tra una necessità e quello che spero sarà un mattone solido su cui costruire altra musica.

 

Ti rigiriamo la domanda che fai tu in “Prima.” Per te viene prima la tipa o la banda? 

Così non vale però. Diciamo che dipende, ma preferisco sempre una tipa con cui posso stare insieme agli amici senza pare.

 

Hai la possibilità di fare un rito “vodooo”, come da titolo di una delle tracce, a una categoria di persone quale sarebbe il ricevente del tuo attacco?

Sicuramente a persone con cui ho qualcosa di personale in sospeso. Non mi piace generalizzare, non odio nessuno e quindi nessuna categoria è in pericolo.

 

In “Bella Poarch.” ci canti “sto rivendicando l’infanzia”, cosa dell’infanzia nella fattispecie stai rivendicando? 

Qualsiasi cosa, anche semplicemente mettermi delle Nike, come dico nell’ultima traccia, è qualcosa che non do per scontata perché non l’ho mai avuta. Gli esseri umani sono degli esseri viventi abitudinari e quindi ci abituiamo in fretta alle cose positive e non le apprezziamo. Poi comunque è uno stato mentale, una missione, l’obbiettivo è soddisfare questo bisogno di rivendicazione.

 

Nel progetto troviamo quasi solo brani da solista tranne due, come mai questa scelta? 

Perché è un progetto molto personale e non volevo coinvolgere altra gente: infatti un featuring è in una traccia molto leggera e l’altro è un featuring particolare che ha lasciato spazio alla mia esperienza personale che volevo raccontare.

 

Ad oggi ti senti “Vivo.”  a pieno o ancora manca qualcosa? 

Manca sempre qualcosa e ho paura che mancherà per sempre, ma ora so dove non devo cercare.

 

Puoi tornare indietro nel tempo e cambiare qualcosa di questo tuo progetto musicale, cosa cambieresti? 

Così a freddo niente, forse aggiungerei qualcosa di più rap classico che mi piace ancora molto, ma vorrebbe dire aggiungere delle tracce e quindi non lo farei.

 

Domanda extra musicale: la tua nazione entra in guerra e a una certa chiama anche te alle armi, che fai? 

Qualsiasi cosa necessaria per andare in un’altra nazione/continente/pianeta

 

Per concludere questa nostra chiacchierata insieme ti invitiamo a salutare e ringraziare tutte le persone che vuoi. Alla prossima!

Grazie a voi. E tu che stai leggendo, se sei stanco di ascoltare rapper che dicono tutti le stesse minchiate vai ad ascoltare il mio progetto su Spotify! GOGOGO!

 

Intervista a cura di JdOnTheBeat!