Laioung

Laioung a distanza di tre anni dall’uscita del suo precedente disco in italiano “Rinascimento” , torna con un nuovo album intitolato “Vox Populi”. Un progetto questo che era in cantiere da diverso tempo, ma a causa della pandemia è uscito solo in questo mese e sotto l’etichetta discografica Planet Records. “Vox Populi” contiene ben 21 tracce, piuttosto varie e prodotte dallo stesso artista, con al suo interno diverse collaborazioni di spessore come quella con Fabri Fibra nel singolo “Fanno di tutto per Hype” e di Clementino in “Sempre impegnato”. L’album però si apre con “L’Ultima parola”, traccia prodotta in collaborazione con Cuban Dejays e di cui potete trovare anche il video ufficiale su Youtube. Un pezzo questo molto ritmato, melodico e nel quale l’artista parla del suo rapporto con una ragazza. Subito dopo troviamo l’ottima “Wave”, caratterizzata da un ritornello in falsetto e da strofe melodiche in cui Laioung parla del suo percorso, soffermandosi in particolare sul suo passato. In questo disco c’è spazio anche per un omaggio ad una terra a cui l’artista è molto legato e si tratta ovviamente dell’Italia e lo troviamo in “Bella come l’Italia”. Un’Italia che viene intesa anche in senso metaforico per la sua bellezza, venendo paragonata nel ritornello a quella di una donna. Non tutte le tracce di Vox Populi sono inedite, visto che ad esempio già in passato abbiamo avuto modo di parlare del super singolo “Fanno di Tutto per Hype”. Un pezzo che se non lo avete ancora ascoltato vi invitiamo a recuperarlo, sia per il gran ritornello di Laioung, ma anche se non soprattutto per l’eccezionale strofa di Fabri Fibra. La tracklist prosegue con un’altra canzone molto romantica e melodica intitolata “Stasera Usciamo”, in cui l’artista si cimenta anche in lingua spagnola nella seconda parte. E’ molto differente quanto meno a livello di sound invece “Milano Shangai”, caratterizzata da un beat (prodotto in collaborazione con The Dog) dal ritmo particolare e travolgente e nella quale Laioung parla dell’importanza dei tanti viaggi fatti nella sua vita, delle differenze tra l’Italia e l’estero e delle tante cose nuove da poter scoprire. Nella sentimentale “Prima mi ami e poi mi odi”, invece il trapper parla dei tradimenti in amore e delle delusioni da esse provocate. La traccia più hardcore del disco possiamo dire che probabilmente è “Cinta Ferragam”, in collaborazione con Il Nano e nella quale i due artisti trappano anche in dialetto pugliese, con un ritornello e un beat che sanno davvero di hit, visto il sound un pò da disco anni 90′. In “Vox Populi” c’è spazio anche per Maruego, che si mostra in una forma decisamente buona sia nelle strofe che nell’ottimo ritornello e in gran sintonia con Laioung. Il disco prosegue con “Repeat”, nella quale l’artista gioca proprio su questa parola e sul suo rapporto con le donne. Tra le collaborazioni di maggior spessore troviamo senza ombra di dubbio Clementino, all’interno della bellissima e quasi ipnotica “Sempre Impegnato”. Una traccia nella quale il trapper parla degli impegni delle sue settimane e in cui il rapper napoletano da il suo contributo con una strofa come di consueto di alto livello. All’interno di “Vox Populi” troviamo anche una traccia dal sapore un pò più reggaeton come “Tutte le sere”, caratterizzata da un ritornello molto melodico e spagnoleggiante. La tracklist prosegue poi con “Fast and Furious”, in cui l’artista ovviamente gioca sulle scene del noto film paragonandole a quelle della sua vita di strada. In “Fall in Love With A Thug” troviamo un Laioung davvero in versione internazionale, che canta una strofa in francese, una in italiano e un ritornello da una melodia davvero ipnotica in inglese. La traccia forse più attesa dell’album però probabilmente era quella con Bello Figo e stiamo parlando della hit “Stalker”. Una canzone che parla in generale del significato di questa parola e in cui Bello Figo si inserisce davvero alla grande con una delle sue strofe trash piena di volgarità e ironia. Ci avviciniamo verso la fine dell’album con un’altra traccia molto sentimentale e melodica intitolata “Non Mi Basta Mai”. L’artista questa volta parla dei lussi della vita e della sensazione che in fin dei conti alla fine ci manchi sempre qualcosa. Troviamo delle sonorità abbastanza simili anche in “Subito”, in cui Laioung gioca appunto sul significato di questa parola e in particolare sui giudizi affrettati fatti sulle persone. In “Nessuno Lo Fa come R” c’è ancora spazio per una collaborazione con The Dog nella produzione del beat ed è un pò un ritorno al passato e celebrativo della RRR Mob, crew con cui difatti è esploso l’artista. Nel finale di questo “Vox Populi” c’è spazio ancora per i sentimenti e le emozioni nella molta riflessiva “Sei Al Sicuro”. Subito dopo troviamo “Esatto”, in collaborazione con Showtime GP e QBA, dal ritmo molto veloce e travolgente e caratterizzata da molti riferimenti alle origini africane dei tre artisti. Showtime GP che lo ritroviamo anche nella traccia conclusiva dell’album in “La Nuova Death Row”, seppur con l’aggiunta di Yung QBA e Black Prince. Una canzone dallo stile molto street e ignorante e in cui c’è spazio anche per una strofa conclusiva in spagnolo. Laioung a nostro avviso ha sicuramente saputo spaziare su diversi stili e ha dimostrato come sempre di saper curare alla grande la qualità del suono e anche nei contenuti abbiamo potuto notare molte figure retoriche e testi di assoluta qualità. Voi invece lo avete ascoltato “Vox Populi” e se sì che idea vi siete fatti in merito a questo album?

Articolo a cura di Giovanni Paciotta!