Mida

Benvenuto Mida a questa chiacchierata insieme a noi di Exclusive Magazine, ti ringraziamo fin da ora per la tua disponibilità e per il tempo che ci dedicherai per rispondere alle nostre domande. Come prima quesito volevamo sapere quanto la tua vita privata influisce su ciò che scrivi

Purtroppo o per fortuna se non vivo non scrivo. Quindi un sacco!

 Da poco è uscito il video di 16:20, canzone che possiamo trovare anche su spotify, come mai hai scelto un titolo di solo cifre?
È un’orario che per me rappresenta molte cose ed è figo come titolo!
 
“prod. Lax”, come è lavorarci insieme? 
Con Fede ormai posso dire di esserci cresciuto, lavorare con lui è super naturale
 
Nel brano dici testualmente “uno schiaffo insegna più di un professore”. La professoressa vita con i suoi schiaffi cosa ti ha insegnato?
Che le cose si fanno in squadra e che bisogna fidarsi delle persone che hai vicino!
 
Il brano si apre senza strumentale, come mai questa scelta?
Idea da artistoide, ti vengono e non sai manco perché, creatività e basta, funzionava
molto di più così che senza quindi l’abbiamo tenuto.
 
“no che non sai com’è stare per realizzarsi poi cadere per sbaglio e vedere tutti mollarti” questa frase è collegata in qualche modo ai frame nelle corsie dell’ospedale nel videoclip?
No la corsa nell’ospedale rappresenta un altra cosa, ma mi piace lasciare interpretare, l’arte è bella anche per questo.
 
Sei soddisfatto del tuo percorso musicale dall’ uscita di “Ratatah freestyle #3”  e il relativo ritorno nella scena come indipendente fino ad oggi 
Si, doveva andare così, abbiamo imparato tanto e più passa il tempo più siamo consapevoli.
 
Real talk e Nicola siciliano, cosa accomuna queste due esperienze?
Fame amici e opportunità, avrei solo belle cose da dire a riguardo.
 
Domanda extramusicale : È proprio vero che i soldi non fanno la felicità?
Non lo so, dovreste chiederlo a chi ce li ha, anche se penso che più che portare felicità tolgano preoccupazioni.
 
Grazie nuovamente per il tempo che ci hai concesso, per concludere ti invitiamo a salutare e ringraziare a tua volta chi vuoi 
Grazie a voi per avermi dedicato questo spazio! Vi mando un saluto e speriamo di risentirci presto!
 
Intervista a cura di Jean Denis Marchiori!