Gue Pequeno

Guè Pequeno è senza ombra di dubbio una delle colonne portati della scena italiana, una carriera iniziata nel 1999 con le Sacre Scuole, continuata per 11 anni nei Club Dogo e arrivata ad oggi grazie al lavoro sodo sulla sua carriera da solista. All’ attivo può ben vantare ben 6 album ufficiali con cui ha raccolto innumerevoli successi e premi.

Ma per arrivare a questo ha sudato molto, facendo una gavetta che i rapper di oggi sognano, in parallelo ai lavori coi Dogo, il Guercio nel lontano 2006 pubblica in collaborazione con Dj Harsh il primo capitolo di una saga destinata ad essere un must per gli ascoltatori Hip-Hop italiani. Stiamo parlando di “Fast Life Mixtape”, un progetto street con più 20 tracce ricco di flow, beat oltreoceano e tanti featuring. Tre anni dopo, nel 2009, sempre seguendo la scia del primo volume il duo rapper-dj rilascia “Fast Life Mixtape vol. 2” un nuovo tape che serve a Guè per mettere le basi per la sua futura carriera solista. Il progetto ottiene un ottimo riscontro sia nel pubblico che dai colleghi. 

Con la pubblicazione del primo album ufficiale da solista “Il Ragazzo D’Oro” si pensava che la saga dei mixtape fosse terminata, ma nel 2012, ancora 3 anni dopo, sotto la propria label indipendente Tanta Roba, sempre fondata in collaborazione con Dj Harsh arriva “Fast Life Mixtape vol. 3”. Il terzo volume della saga nell’immediato non riscontra un buon successo da parte del pubblico, principalmente dai vecchi fan che non approvano le varie scelte stilistiche dei beat, ne i flow utilizzati ma sopratutto la scelta dei featuring, ai tempi la scelta di introdurre oltre i classici nomi come Tormento, Jake La Furia e Ntò, Guè ha voluto puntare su tante nuove leve che oggi sono nomi di tutto rispetto e guarda caso sono tutti stati firmati sotto, appunto, Tanta Roba come Ensi, Salmo, Fedez, Gemitaiz, Ghali & Ernia.

Seguendo la teoria dei 3 anni, molti fan di Guè aspettavano nel 2015 il nuovo capitolo, ma la saga è stata interrotta senza spiegazioni ma un paio di settimane fa sono state pubblicate delle foto sia da Guè che da Harsh, dove li immortalavano insieme in studio a Milano con la didascalia ben chiara “VITA VELOCE”, traducendola il messaggio sembra forte e chiaro.

Certo iniziare a fasciarsi la testa con mille pensieri non serve, forse servivano solo come pre annuncio per la nuova capsule collection di Iuter in collaborazione con Lancia intitolata appunto Vita Veloce, di cui Guè è il testimonial, però noi tutti sappiamo quanto lui sia molto produttivo nella musica e magari nel corso del 2021 potrebbe veramente arrivare il quarto capitolo della saga, magari come progetto a se o introdotto nella deluxe del suo fortunato ultimo successo “Mr. Fini”. 

Che ne pensate? Conoscevate la saga dei mixtape del Guercio? 

Articolo a cura di Alessandro Soccini!