Birba

– Diamo il benvenuto a Birba tra gli amici di Exclusive Magazine, come stai?

Dai bene, non possiamo lamentarci.. soprattutto in questa situazione!


– E’ appena uscito il tuo nuovo singolo “Giri sola”, parlaci di questa nuova uscita…

Diciamo che è una canzone d’amore, di sfogo, di rabbia…questo pezzo l’ho scritto, l’ho sognato, l’ho sentito e risentito, è parte di me!
È stato scritto a febbraio, in quei momenti dove crolla tutto ciò che credevi non sarebbe mai crollato, mettere nero su bianco spesso riordina un po’ le cose.
perché purtroppo, anche la rosa più bella.. prima o poi marcisce!



– Non hai pubblicato tanto, come mai questa scelta artistica?

Ho preferito migliorarmi il più possibile, maturare un pó musicalmente, trovare il mio sound, che pubblicare cose di cui non ero sicuro, ho aspettato che cuoceva il piatto prima di servilo a tavola! 

– Quali sono stati i tuoi miti nell’hip-hop?

Fin da piccolo ho ascoltato sempre e solo Rap, all’inizio soltanto italiano, dopo sono arrivato oltreoceano, quindi diciamo che Fibra e Marra sono quelli che vedo come miti.

– Fibra o i Dogo?

Musicalmente i Dogo, ma Fibra! è stato grazie a lui che ho iniziato.

– Il sogno di Birba è…

Far ricredere tutti, e far sentire fiero chi invece ci ha sempre creduto.
Ovviamente, mantenermi con la musica, ma il sogno è arrivare oltre quello che posso solo immaginare che ci sia dopo quello step.

– Ad oggi con chi ti piacerebbe collaborare?
 
Non riesco ancora rispondere a questa domanda…


– Cosa significa lavorare da solo e cosa significa avere un produttore alle spalle?

Beh lavorare con un produttore alle spalle e tutt’altra cosa.. io ho iniziato con un mio amico, quindi collaboriamo su tutto, e con un producer “di fiducia” condividere di idee e confrontarsi a parer mio è fondamentale, poi quando questo è anche un caro vecchio amico, penso sia la combinazione perfetta!!

– Grazie per la disponibilità, un grosso in bocca a lupo per i tuoi progetti 

Grazie mille, Viva il lupo🍀