Young Signorino

Young Signorino si è fatto conoscere per alcune tracce controverse uscite nel 2018, la più famosa è senza dubbio “Mh ah ah ah” che fino ad ora ha raggiunto quota 31 milioni di visualizzazioni su Youtube. Certamente un pezzo da non considerare una mina nel mondo della musica italiana, ma che aveva un suo perché spiegato dallo stesso Signorino sul suo profilo Instagram: “ho sempre saputo scrivere testi e fare tracce serie, però purtroppo in Italia se arrivi da un paese piccolo senza soldi e senza amici famosi devi trovare un modo per farti notare, ed io ho deciso di fare una cosa abbastanza innovativa che purtroppo è passata per trash”. Il suo obbiettivo era dunque far parlare di se, in bene o in male. L’ha centrato al 100%, visto che due anni fa a Maggio non si parlava di nient’altro fuorché di quel ragazzo pallido coi tatuaggi in faccia che aveva pubblicato una canzone stramba. Ma poi che è successo? Paolo conosce quello che da li a poco tempo diventerà il suo manager, che lo terrà sulla cresta dell’onda facendogli pubblicare altri pezzi simili a quello precedente, tra i quali anche “La danza dell’ambulanza” prodotta da niente meno che Big Fish. Uscirà poi anche “Vestito nudo” che costerà caro al cantante, infatti viene denunciato dal sindaco di Pantigliate per aver girato il videoclip del pezzo in una piscina abbandonata senza consenso. Il giovane faceva sempre più uso di droghe, incoraggiato (a detta sua) anche e soprattutto dal suo team, che grazie ai suoi stati alterati riusciva a far sfornare tracce trash per poi guadagnare anche dai live. Più tardi l’artista conoscerà una figura molto importante per lui, ovvero la sua futura moglie (Young Signorino decide di sposarsi a 20 anni). Lei gli apre gli occhi facendogli capire che è vittima di uno sfruttamento della sua immagine che fa arricchire più gli altri di se stesso, lo allontana dalle droghe e dal suo team e lo conduce verso una vita più moderata senza dipendenze di nessun tipo. Allora la musica cambia (letteralmente) e vediamo l’evoluzione di un ragazzo che a 21 anni ha già passato di tutto, che è davvero in grado di cimentarsi in progetti musicali seri. L’ultima traccia uscita è “Vento di Maggio” prodotta da Laioung, considerata da lui come “un pezzo emotivo”. E’ un singolo che anticipa l’uscita del futuro album, nel quale ci saranno altre tracce prodotte dal pioniere della RRR che si è reso disponibile anche per un featuring. Il video, uscito ieri, riprende l’immagine malinconica del mare e rispecchia l’identità del pezzo, è stato girato nella costa del litorale romano, vicino al Castello di Santa Severa. Ora gli haters sono in minoranza rispetto ai fans, nei commenti si nota lo stupore della gente davanti ad una canzone che è il simbolo di una rinascita musicale e personale. E’ un pezzo calmo, quieto, rilassante e per nulla monotono. La voce del Signorino si sposa a meraviglia col beat e da vita ad un ritornello più che orecchiabile, con un’alternanza di toni e di note. Qui si prende una rivincita contro chi l’ha sfruttato in passato “giuro stavolta non mi  farò fermare da avvoltoi”, ma anche una dedica alla persona a cui deve la sua vita e che è riuscita a salvarlo: “ora no, non sono più solo e triste/ora c’è lei con me è tutto meno difficile”. Ma c’è anche un’altra novità: da poco tempo abbiamo visto Young Signorino spesso in compagnia del già citato Laioung. Quest’ultimo ha infatti deciso di incontrare l’artista dopo aver notato un suo messaggio su Instagram, e di approfondire la sua persona e la sua immagine in una chiacchierata. Ora si trova nella RRR Mob, sotto il management di Aaron Efrati e la direzione artistica affidata a Laioung.  Un nuovo inizio, quello di Young, cominciato già da tempo ma che si affaccia ora al grande pubblico e che sta riscontrando molto successo, tanto da essere stato in grado di cambiare le idee di molte persone nei confronti della sua musica.

Articolo a cura di Francesco Lobina!