Sfera Ebbasta
Sono in molti che attendono il nuovo album di Sfera Ebbasta, la vera domanda è: “dopo vari mesi di soli featuring quando lo pubblicherà? Questo periodo di quarantena favorirà o sfavorirà l’uscita di uno dei dischi più attesi di questo misterioso e vago 2020? Però prima, facciamo un recap sul punto della situazione, partendo dal suo ultimo disco uscito nel 2018.
Infatti, era il primo gennaio 2018 quando Sfera Ebbasta annunciò che il 19 dello stesso mese sarebbe uscito il suo terzo disco in studio, Rockstar, che successivamente sarebbe stato ben 5 volte disco di platino, stabilendo anche nuovi record, poiché tutti e 11 i brani dell’album hanno conquistato le prime dodici posizioni della Top Singoli di Spotify, diventando anche il primo artista italiano a posizionarsi tra i primi cento della classifica mondiale stilata dalla stessa piattaforma di musica in streaming svedese.
L’album conta due versioni, una italiana e una internazionale, nella prima sono presenti solo due featuring (Quavo in “Cupido” e Drefgold in “Sciroppo”), mentre nella versione mondiale Sfera collabora anche con il rapper tedesco Miami Yacine in Uber, il rapper britannico Tinie Tempah in Bancomat, il rapper statunitense Rich The Kid in 20 collane e con il rapper portoricano Lary Over nella già nota “Tran Tran”, aggiungendosi alle due collaborazione dell’edizione strandard.
Il disco fin da subito riscuote un enorme successo, riempendo i vari firmacopie di tutte le città italiane, da Milano a Catania, passando per Roma e Napoli. L’aumento delle vendite di Rockstar aumenta vertiginosamente anche la notorietà del rapper di Cinisello, rendendolo uno dei “trapper” più conosciuti in Italia e in Europa, anche dai non amanti del genere.
Rockstar è una vera e propria evoluzione per l’artista, poiché anche sebbene le tematiche siano molto simili al primo (“XDVR”) e al secondo album (“Sfera Ebbasta”), i vari beat delle canzoni cambiano, non trovando un particolare genere, variando dalla trap “più pesante” caratterizzata da melodie quasi disco e EDM (ad esempio nella traccia “XNX”) a uno stile rap molto vicino al pop, come possiamo notare nei due brani più iconici di tutto l’album, “Rockstar” e “Cupido”.
Per parecchi mesi l’album è rimasto in vetta alla classifica FIMI, mentre Sfera continuava a riempire locali, palazzetti e club in tutte le città d’Italia.
Durante l’estate del 2018, esce “Pablo”, prodotta dal giamaicano Rvssian, che diventa un vero e proprio tormentone (presente nel re-pack di “Rockstar”
Qualche featuring di qua e di là prima di annunciare poi il re-pack di Rockstar dove troviamo tre canzoni inedite, tre remix delle canzoni già presenti nell’album e “Pablo”, ma proprio il giorno dell’uscita succede una delle cose più tragiche nella storia dei concerti.
Il 7 dicembre Corinaldo, un piccolo paesino in provincia di Ancona, doveva essere il luogo dove ci si sarebbe divertiti con le canzoni del rapper dell’hinterland milanese, ma qualcosa andò storto.
Infatti, prima dell’esibizione, qualche ragazzino con dello spray al peperoncino fece agitare tutte le persone che erano lì per vedere il rapper, provocando un panico generale, che portò a numerosi feriti e sei morti.
Sfera successivamente annullò tutti gli instore organizzati per l’uscita del re-pack di Rockstar e subendo nei mesi successivi attacchi e critiche da parte di moltissimi giornalisti, politici e adulti sui social, dicendo che il rapper dalla chioma rossa incitasse alle droghe, alla violenza e alla delinquenza, ma l’artista rispose a tutti quanti nel brano che uscì a marzo del 2019 “Mademoiselle”.
Nel 2019, Sfera è sempre stato impegnato con vari live in tutto lo stivale, diventando sempre più amato e odiato dagl’italiani di tutte le età. Sui social però non ha mai smesso di pubblicare le sue in vari studi di registrazione dove erano presenti persone molto importanti. A Marzo era in studio a Miami con Rvssian con il quale già aveva collaborato e Diplo, uno dei DJ più famosi al mondo e membro dei “Major Lazer”. Successivamente, in quello stesso mese, il rapper canadese Drake, inizia a seguire su Instagram Sfera Ebbasta, suscitando parecchi rumours in merito a un eventuale featuring tra i due, facendo brillare gli occhi di tutti i fan e gli amanti del rap.
In estate, a Torino, Steve Aoki pubblica una foto in studio con Sfera, creando ancora più scalpore e curiosità.
Sempre in America, il rapper pubblica foto in studio con uno degl’artisti reggaeton più importanti al mondo J Balvin, e successivamente sul suo profilo Instagram, Sfera Ebbasta pubblica una foto con Nicky Jam, Anuel AA e ancora J Balvin.
A Settembre, Sfera è uno dei quattro giudici di XFactor, diventando anche il coach di Sofia Tornambene, vincitrice del talent. Insieme all’amico e calciatore della Spal, Andrea Petagna, apre un fast food healty a Milano, chiamato “Healty Color”. A Dicembre firma un contratto con Adidas, rappresentando poi l’influencer italiano per la campagna pubblicitaria del brand a tre strisce tedesco.
Tra Milano e Miami, però i brani fino ad oggi, non sono venuti a mancare, infatti ha realizzato parecchi featuring, tra i più importanti possiamo ricordare: “Stamm Fort” di Luchè, “Soldi in nero” di Shiva, “Gigolò” di Lazza con Capo Plaza “Corazon Morado” di Elettra Lamborghini, “Calypso” di Charlie Charles, dove affianca Mahmood, Fabri Fibra e Dardust, aggiungendo anche un tocco di internazionalità collaborando sia con Duki che con Miami Yacine.
In giro per il mondo, in tantissimi studi di registrazione, con tantissimi artisti, sia DJ che rapper, ma quando uscirà qualcosa? Dopo questa quarantena? O in questo periodo a casa, i fan avranno una bella notizia? E soprattutto, chi saranno i featuring di questo album, Drake, Lil Mosey, Anuel Aa e J Balvin? Sfera Ebbasta riuscirà ad affermare al meglio il rap italiano fuori l’Italia ancora una volta? Ne vedremo davvero delle belle.
Articolo a cura di Lorenzo Muto.