Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi:

«Dobbiamo fare i complimenti alla squadra e al pubblico, che ci ha spinti a compiere una vera e propria impresa, con in campo un solo straniero e senza guardie. Ci abbiamo messo l’anima in campo, ci abbiamo creduto sempre, abbiamo difeso bene e sopperito all’assenza di Johnson e ai problemi di Fantoni e Baldassarre. Lo abbiamo fatto di squadra, creando i nostri vantaggi, prendendo tiri in transizione, aumentando il numero di possessi e rendendoci pericolosi in campo aperto. E’ stata una partita dura, difficile, ma ci siamo attaccati alla nostra difesa, alla voglia di voler vincere a rimbalzo contro la miglior squadra dell’intera categoria in questa speciale classifica. L’attenzione che abbiamo messo nel fare le piccole cose è stata encomiabile, siamo stati sfortunati sul quarto fallo di Naimy, a mio parere inesistente, ma nell’ultimo quarto ho deciso di gettarlo nella mischia, per creare subito il vantaggio e gestirlo fino alla fine, come poi è accaduto. Abbiamo colto due punti di grande importanza per la classifica, perché Biella, tranne contro Trapani e Reggio Calabria, non aveva mai perso. Siamo felici di aver iniziato l’anno nel migliore dei modi, in attesa di ritornare in campo già venerdì, sperando di recuperare subito le forze e le energie necessarie».