Non poteva iniziare nel migliore dei modi il 2017 biancoblu: con una vittoria contro una delle squadre più in forma del campionato come la Reyer Venezia.

Cronaca: Coach Pasquini manda in campo Bell, Lacey, Devecchi Sacchetti e Lydeka, coach De Raffaele risponde con Haynes, Hagins, Ejim, Bramos e Tonut. È Ejim ad aprire le danze dalla media, per i giganti break di 5 punti con Lydeka e Sacchetti dall’arco. Due schiacciate del capitano Devecchi lanciano un messaggio chiaro: il Banco c’è e vuole lottare. Le due squadre si fronteggiano punto a punto, per la Reyer c’è un super Ejim, per Sassari anche Lacey si iscrive a referto. I padroni di casa firmano il +4, reazione sarda con due bombe: piazzato in angolo per Lollo D’Ercole, protagonista di minuti di qualità, e il tiro aperto di Savanovic che chiude al 10’ con la Dinamo avanti 17-21. Il duello tra Savanovic e Peric cattura la scena, i biancoblu si portano avanti con Lawal ma Viggiano dall’arco ristabilisce la parità. Con un parziale di 11-1 i giganti mettono la testa avanti con autorità, grazie a un super Johnson Odom. Fiammata Reyer che negli ultimi 90’’ si riporta a -6 con Haynes e McGee. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 34-41. Al rientro dall’intervallo lungo la Reyer si riporta fino a un solo possesso di distanza con Haynes, Hagins e Bramos. Ma i giganti non ci stanno e mettono a segno un parziale autoritario che ricaccia indietro gli avversari e scrive il massimo vantaggio di +15. La Dinamo dilaga bombardando dall’arco con diversi protagonisti a partire da Sacchetti, passando per Djo, D’Ecole e Stipcevic. Dopo 30’ è 50-65 per i sassaresi. Break di 5 punti per l’Umana che accorcia le distanze in avvio dell’ultima frazione, fiammata biancoblu con Bell e Savanovic dalla lunga distanza mentre Lydeka continua il suo lavoro monumentale a rimbalzo. Non cambia il copione: la Dinamo corre e Venezia insegue. I giganti mettono il sigillo sulla vittoria, i lagunari accorciano il gap ma al Taliercio è ormai finita. Il match si chiude 71-84.