Akes

– Diamo il benvenuto ad Akes tra gli amici di Exclusive Magazine, come stai?

È un periodo di prigionia, il sistema non ci permette di essere liberi, ma un vero ribelle non demorde mai, e quindi si può dire che sono in “botta”.

 

– E’ appena uscito il tuo nuovo singolo “Errore 404”, parlaci un pò di questa nuova uscita con tanto di video…

“Errore 404” rappresenta il sentimento di vuoto che si prova in un questo momento storico dove le connessioni piuttosto che unirci, ci dividono. La colpa a mio avviso è delle app di incontri. Nel videoclip incontro questa ragazza in un sogno virtuale, dove nell’immaginario ristorante le coppie si incontrano credendo di vivere la realtà. Nessuno si accorge del mondi fittizio tranne il sottoscritto.

 

– La Pandemia ha battuto tutti, vorremmo sapere come hai provato a combattere questi lunghi mesi!

L’ho combattuta facendo uscire il mio album “Revolution”. Questa pandemia per quanto sia stata una vera e propria piaga ha acceso in me lo spirito combattivo, che mi ha permesso di risvegliare le coscienze di chi vuole ribellarsi al sistema.

 

– L’uscita di “Errore 404” preannuncia un nuovo percorso?

“Errore 404” segue il mio filo cyber-emotivo, che avevo già portato ai tempi dell’album amore 2.0,nel prossimo lavoro ci saranno molti più episodi come questo, sempre in chiave futuristica e anti sistemica.

 

– Citaci 3 artisti che vorresti inserire in un tuo progetto discografico!

Olyver Sykes, voce dei Bring Me the Horizon, Deryck Whibley dei Sum 41 e il nostro Fabri Fibra.

 

– E 3 produttori?

Gesafflestain, Skrillex e Mike Dean (il produttore dell’album “Yeezus” di Kanye West).

 

– Il sogno di Akes è…

Sono 2,Vivere a pieno con la mia musica e trovare l’amore della mia vita.

 

– Saluta chi vuoi!

Un saluto a tutti i ribelli e a Exclusive Magazine.