Samurai Jay

La scena underground napoletana, sta sfornando sempre di più talenti e ormai questo è risaputo.
Basta pensare che nell’ultimo anno abbiamo avuto il boom di “Emanuele” di Geolier che nonostante la critica lo penalizzava per il fatto che tutto l’album era in napoletano, lo stesso è riuscito a diventare disco di platino e soprattutto a cambiare la concezione della musica napoletana in Italia.
Un altro giovanissimo talento di Napoli che sta facendo parlare molto di sé in questi giorni è un amico abbastanza stretto di Geolier, Samurai Jay.
Gennaro Amatore, in arte Samurai Jay è uno dei nomi che più sta cambiando il panorama musicale. Nonostante la giovanissima età, il rapper napoletano conta parecchi featuring con nomi abbastanza importanti e soprattutto è autore di vere e proprie hit, che hanno fatto parlare parecchio di lui.
Già attivo musicalmente nel 2017, nel dicembre di quell’anno collabora con Ntò per “Sto Magazine” nel brano “Perché”. Tra le strade di Napoli si inizia a diffondere la voce di un ragazzo con le treccine che sa fare musica, ma la musica vera, perché oltre a rappare, Samurai Jay sa anche suonare la chitarra. Un selfmademan che inizia collaborando con le produzioni di D4NI. La svolta che farà conoscere Samurai all’Italia intera è il suo EP “Promesse”, 3 brani che inizialmente erano dei freestyle su Instagram, tranne il terzo che era un vero e proprio brano in collaborazione con Pepe, e sarà il primo brano di Samurai ad ottenere il milione di visualizzazioni. Nel frattempo nel 2019 escono “Sorry Mama” e “Fai il serio”. Dopo una serie di live per tutta la Penisola, arriva un feat importante, Livio Cori, qualche mese prima a Sanremo. Il brano che sarà suonato anche alla cerimonia delle Universiadi 2019, si chiama “A casa mia -RMX”, un brano dal ritornello che entra in testa dove Samu ha espresso tutto il meglio di sé. Alla fine dell’anno collabora con Geolier, in “Gang” ottenendo anche il suo primo disco d’oro.
Il suo stile però si afferma ancora di più nel 2020. A febbraio, dopo il festival di Sanremo, compare in due album di due big, Junior Cally ed Elettra Lamborghini. Sempre in quello stesso mese, partecipa al singolo “Vamos Pa La Banca” di Dat Boi Dee, che vede anche la collaborazione di Geolier e Lele Blade. Ad aprile collabora con Shablo, Guè e Gemitaiz nel brano Kriminal. Mentre di recente è comparso nell’album della Dark Polo Gang, nel singolo “Cringe” di Beba, in “Nuove strade” per Lavazza e nell’album-progetto di Gigi d’Alessio.
Dopo una carrellata di collaborazioni con tutti questi big, qualche giorno fa, l’artista con le treccine colorate, ha annunciato a breve l’uscita del suo disco “Lacrime”.
Da sempre Samurai Jay, è stato un hitmaker, e soprattutto un personaggio da apprezzare, siccome davvero si è costruito da solo il futuro, facendo una cosa che ha sempre amato: la musica.
Talento unico, liricità pazzesca e soprattutto anche una bella penna, che rendono l’artista una delle punte di diamante della scena napoletana.
Per adesso non sappiamo ancora nulla dell’album, né quante canzoni ci saranno né i feat, ma siamo certi che “Lacrime” sarà il passo decisivo per entrare nel mondo dei “big”, consacrando una volta e per tutte Samurai.
Il disco ci mostrerà quello che già conosciamo di Samurai Jay? O l’artista ci stupirà ancora una volta e farà qualcosa di ancora più unico? Per questo, dobbiamo aspettare ancora un poco.

Articolo a cura di Lorenzo Muto!