Dj Gabris
– Diamo il bentornato tra gli amici di Exclusive Magazine a Dj Gabris, come stai?
Tutto bene grazie mille
 
– Ci siamo sentiti tantissimo tempo fa ed eravamo tra la pandemia e il panico più totale, le cose sono cambiate?
Rispetto al periodo di quarantena fortunatamente le cose si sono molto allentate e siamo tornati a una seminormalità ho fatto 1 solo dj set da inizio marzo dopo la quarantena poiché mi sentivo in dovere di far capire nonostante la mia richiesta alta anche per locali fuori regione, che fare dj set e creare assembramenti non era giusto
 
 
– Quanto è stata dura non poter esibirsi live in questo periodo?
Sono un ragazzo molto estroverso ed eccentrico quindi per me è stata dura non potermi ‘sfogare’ attraverso la musica 
 
–  Quali sono i tuoi progetti futuri?
Come ho già detto nell’intervista scorsa i miei progetti e obiettivi riguardo il mio percorso musicale sono senz altro aumentare la mia visibilità a livello nazionale, migliorare la qualità dei miei remix, beat etc e soprattutto essere conosciuto per la mia umiltà
 
– Come hai vissuto questa strana estate?
Senz’altro non sono andato fuori Italia o fuori regione, non nascondo che sono andato al mare un paio di giorni con i miei amici, però posso dirvi che sono stato la maggior parte del tempo nei dintorni del mio paese perché avevo ed ho tutt ora paura per il covid, purtroppo è una cosa che non si vede un nemico invisibile per questo é molto pericoloso
 
Abbiamo effettuato in forma straordinaria anche qualche domanda al padre dell’artista ed ecco le sue risposte!
 
 Diamo il benvenuto al padre di Dj Gabris, come va?
 
Bene grazie. Sto attraversando un ottimo momento sia come tranquillità in famiglia che lavorativamente!
 
– Cosa significa convivere con un artista in casa?
 
Bhe significa che non si sta molto in silenzio.  Lui  ascolta musica e la compone  a tutte le ore, non ama indossare cuffie, senza contare contare che spesso non è molto interessato se gli altri (io, la mamma ed il fratello) dormiamo, lavoriamo o facciamo altro.
 
– Quali sono le parole per descrivere il percorso di vostro figlio? 
 
La sua passione è nata per gioco ed ha mostrato sin da piccolo di avere notevoli doti musicali  competenza ed un ottimo “orecchio” oltre che una grandissima capacità manageriale. 
 
– Un padre deve seguire ma tenersi lontano o mostrarsi anche attivamente sul percorso del figlio artista? 
 
Un padre deve seguire da lontano (facendo il Medico Veterinario le mie competenze musicali si limitano ad ascoltare per radio i pezzi che gli altri scelgono e che spesso non conosco il nome o l’artista che lo ha composto!) È chiaro che ascolto tantissimi brani musicali che compone mio figlio, spesso mi chiede un giudizio che spassionatamente fornisco senza dare alcuna garanzia. In cambio ha composto per me una suoneria personalizzata del telefono.
 
– Grazie per la disponibilità e un grosso abbraccio alla vostra famiglia