zollo
ZOLLO
ESCE IN DIGITALE IL NUOVO SINGOLO
“ORA VADO”
FEAT. LIL JOLIE E PRETTY SOLERO
DISPONIBILE DA OGGI, GIOVEDÌ 30 APRILE
01 Zollo.JPG


Esce oggi in digitale “Ora vado”, il nuovo singolo estratto da “Spermatozollo”, il primo progetto discografico solista di Zollo, produttore, compositore e ingegnere del suono classe 87 che condensa in questo lavoro un anno di incontri e sessioni in studio con vari artisti. A dare voce al brano, questa volta ci sono Lil Jolie e Pretty Solero (membro della Love Gang – CXXVI).

Così Zollo parla del brano: “Collaborando per ‘Romanzo rosa’, il Solero mi ha permesso di iniziare a fare sul serio. Lil Jolie, invece, mi ha permesso di avere ancora più speranza nella mia terra. Nel brano entrambi raccontano quello che si prova quando si sale a Milano: dinamiche che conosco molto bene. Se siete dei noob preparatevi a perdere un po’ di 1up… i gamer mi hanno capito ma intendo dire che Milano per gli artisti è faticosa come il livello dei videogame in cui la musica diventa dissonante e tetra e i mostri hanno le facce più brutte”.

“Ora vado” arriva dopo le uscite di tre singoli – con i featuring di Joe Scacchi, Garage Gang e Ketama126 – e fa parte di “Spermatozollo”, “collana discografica” – come la definisce Zollo – che racchiude esperienza e sentimento.

Grazie alla lunga esperienza come fonico di sala di artisti come Calibro 35 (che ha seguito per 10 anni), Cosmo, Calcutta, Diodato e tanti altri, Zollo negli anni ha creato una rete di rapporti umani e professionali unica nell’ambiente musicale che lo ha portato a collaborare a vari progetti, anche come musicista e produttore. Per esempio, l’incontro con la Love Gang – CXXVI è stato molto fruttuoso e lo ha portato a dare un contributo importante a “Kety” (2019), album di Ketama126 uscito per Sony Music.

Zollo, grazie al suo background, si ispira a suoni di vari tempi e culture unendole e filtrandole con il filo conduttore della contemporaneità ed evocando un mood diverso a settimana come l’immaginario delle library degli anni ’60 e ’70 che, concepite come commenti ai film, restituivano, traccia per traccia, stati d’animo molto diversi. L’uscita dei brani che compongono questo lavoro, infatti, è spalmata di settimana in settimana.


ZOLLO
Zollo, aka Carlo Zollo, originario della provincia di Benevento, inizia a lavorare molto giovane alla produzione di dischi di vario genere, tra cui jazz, metal, punk, stoner e dub. L’incontro con i Calibro 35, con cui lavora per 10 anni come F.O.H. (fonico di sala), lo porta a Roma, e qui inizia a collaborare ad altri progetti tra cui Zeus e Fuzz Orchestra. Nel 2012 si trasferisce a Milano dove partecipa ai progetti “UPM – Unità di produzione musicale” e “The Winstons” di Enrico Gabrielli, alla nuova versione di “Hai paura del buio?” degli Afterhours e ai tour di Cosmo (“L’ultima festa”) e di Calcutta (“Mainstream”). Nel 2017 inizia il lavoro con il Red Bull Studio dove incontra Ghemon, Ensi, Joan Thiele e Giorgio Poi, e partecipa al tour di Diodato, “Diodato Live”. Nel 2018 nascono le sue prime composizioni, in particolare collabora con Myss Keta per il brano “Spleen Queen” e con i membri della Love Gang – CXXVI, per esempio all’album “Romanzo Rosa” di Pretty Solero e a “Emoregner” di Generic Animal. Nello stesso anno inizia un’intensa collaborazione con Ketama126, mettendo mano prima ai brani “Lucciole” e “Rehab” e, nel 2019, anche a buona parte dell’album “Kety”. Tra le altre sue collaborazioni ci sono quelle con Tauro Boys, Garage Gang, Lil Jolie e con i BLISTERZ (NinoBrown, NKO), band di cui è chitarrista. “Spermatozollo” è il suo primo progetto discografico solista, una “collana discografica”, come la definisce lui, con vari ospiti vocali.

LINK UFFICIALI