ARIZ: “LA MIA MESSINA MARCHIA LA MIA MUSICA”

– Diamo il benvenuto a Ariz tra gli amici di Exclusive Magazine, come stai? E che momento artistico è per te?

Ciao raga, grazie mille per il benvenuto, sto alla grande, anche se un po intralciato da questo periodo di quarantena, ma cerchiamo di trarne profitti.

Artisticamente parlando direi che é un momento di “soddisfazioni” se così possiamo chiamarle, l’ultimo pezzo intitolato Amico non basta ha superato l’obiettivo prestabilito e ne siamo veramente soddisfatti.

– Arrivi da Patti (Messina), è davvero così difficile emergere quando vieni dal Meridione?

La gente, i rapper, dicono che sia un fatto di “aiuto” tra rapper del nord, come per dire che ad esempio a Milano sono tutti rapper medio conosciuti o straconosciuti, confermati, e di conseguenza aiutano ad emergere i rapper meno conosciuti..
Io non credo sia così, credo sia un fattore basato più sulla mentalità delle persone che non ascoltano rap e che non accettano il genere magari, ma soprattutto il marketing della musica va studiato bene, vedo una differenza abnorme tra il marketing musicale fatto qui e quello del nord… Quindi si è difficile emergere anche per questo

–  La scrittura l’hai ritenuta “Terapeutica”, potresti aiutarci a capire meglio che effetto ha avuto sulla tua persona?

Quando un artista scrive un pezzo, si mette a confronto e soprattutto a nudo davanti a ad un pubblico..
La scrittura, sulla mia persona assume un ruolo principale e fondamentale, é una sfida e sopratutto una medicina, parlar di me e di ciò che mi circonda, portarlo alla gente mi aiuta, essere capito, vedere che i fan si ritrovano in ciò che faccio e che vivo mi stimola e mi fa sentire coinvolto, é terapeutico esprimersi attraverso la scrittura, essere compresi attraverso la propria arte é magico.

– Il sogno nel cassetto di Ariz è…

Il sogno nel cassero di Ariz é poter portare la propria musica a più pubblico possibile per espandere la mia “parola” e i miei modi di pensare e vedere la musica dal mio punto di vista, questo é il mio obiettivo.

– Come stai vivendo questa quarantena? Stai continuando a lavorare?

Naturalmente continuo a scrivere, ho già un obiettivo nella testa sui prossimi movimenti da fare, con Don M che é il mio produttore stiamo lavorando ininterrottamente, dedichiamo ore ed ore alla produzione, stiamo facendo roba fresca, nuovi sound che si distinguono dalla normale routine musicale, la voglia di fare non manca e soprattutto l’unico aspetto positivo di questa quarantena é proprio l’isolamento che aiuta a meditare e pensare ai prossimi passi..

– Ti ringraziamo per la disponibilità e ti diamo un grande in bocca a lupo da parte di tutta la redazione di Exclusive Magazine per i tuoi prossimi progetti!