clementino
– Diamo il benvenuto tra gli amici di Exclusive Magazine ad un ospite d’eccezione che ha scritto e sta scrivendo pagine di storia importanti per il movimento hip-hop Italiano ma soprattutto Campano, con noi oggi c’è Clementino! Come stai Cleme? 
– Molto bene, grazie. Nonostante la quarantena riesco comunque a scrivere canzoni e a dedicarmi ad altre attività.
– La quarantena è davvero dura ma ti sei dimostrato uno dei pochi artisti capaci di poter scendere “in rete” tra la gente e deliziare le giornate dei tuoi fan, infine anche un concertone sul tetto di casa tua. Cosa ti ha spinto ad essere cosi’ attivo e hai sentito l’affetto dei fan come dal vivo?

– Secondo me ogni artista ha il dovere morale di intrattenere i propri fan, specialmente in questo periodo. Sicuramente non è come un vero concerto ma il calore si sente lo stesso tramite i commenti in rete. 

– E’ un periodo strano ma è anche un periodo che può essere utile agli artisti per chiudersi in casa e dedicarsi alla scrittura, come stai passando questa quarantena? Dopo questo periodo ci dobbiamo aspettare qualcosa di nuovo?

– Sto scrivendo molto e devo dire che stare da soli serve a creare con tranquillità nuovi brani. Dopo tanto lavoro sicuramente verrà fuori un nuovo album

– Nel 2019 hai pubblicato il tuo album “Tarantelle” che ha riscosso davvero grossi risultati e che ha preceduto un tour con tantissime date. Qual è il ricordo a primo impatto che hai di quel periodo?

– La tournée europea dell’estate scorsa è stata magica, portare il “tarantelle tour” in posti come Londra, Barcellona, Amsterdam, Dublino, Parigi o Lisbona non ha prezzo.
  Ovviamente la data italiana più emozionante è stata quella a Napoli al Palapartenope.

– Oltre 500.000 utenti ascoltano la tua musica su spotify ogni settimana, per uno come te che appartiene alla vecchia guardia, com’è cambiato il mercato discografico dal disco fisico alle piattaforme digitali?

– Sicuramente sono cambiate tante cose dal formato fisico al digitale, ma fino a quando avrò così tanta gente ai miei concerti, visto che il mio punto di forza sono i live, va tutto bene.

– Le tue partecipazioni alle battle freestyle hanno fatto la storia e i video su YouTube continuano a macinare views giorno dopo giorno. La domanda sorge spontanea, battle freestyle con 4 rapper, sul ring con Clementino ci salgono…

– Non è semplice fare una selezione perchè in Italia ci sono tanti campioni, ma se proprio devo scegliere opto per Ensi, Nerone, Shade e i ragazzi della F.E.A. (Freestyle Elite Agency)

– La querelle con Luchè ha diviso il pubblico a due parti, non capita spesso di vedere due mostri sacri del rap Italiano battagliarsi a colpi di rime. La motivazione era prettamente hip-hop? La questione si è definitivamente chiusa?

– Luchè è una delle colonne portanti del rap napoletano, mi piace come lavora e lo rispetto. Il dissing fa parte del rap game, quindi la motivazione è prettamente hip hop. Per me la questione si è chiusa definitivamente quando ci siamo visti a New York ed abbiamo chiarito. Al massimo il giorno che vorrà sfidarmi in freestyle mi troverà pronto, ma mi dispiacerebbe per lui… ahahahahah

– Il sogno nel cassetto di Clementino è…
– Hai presente quando è stata fatta la stessa domanda a Diego Armando Maradona? Lui rispose: Vincere il mondiale. Io ti rispondo: vincere Sanremo.  
  Oppure un featuring con Eminem, Snoop Dogg e Kendrick Lamar
  Oppure un mio concerto allo stadio San Paolo di Napoli (magari dopo aver vinto lo scudetto  ahahahah)
– Ti ringraziamo per la disponibilità, è stato un piacere averti come nostro ospite, sperando di risentirci presto con nuova musica e nuove hit, un grande in bocca a lupo per i tuoi prossimi passi da parte di tutta la redazione di Exclusive Magazine! 
– Grazie a Voi, Exclusive Magazine spakk ‘e vetrine!!