Sesto Carnera è un rapper pugliese che il 12 Dicembre dell’anno appena passato ha pubblicato “Scripta manent”, un album interessante e ricco di spunti da cui è tratto “Volador”, un brano in collaborazione con Jumpo,  che ha molto da dire e che risulta d’impatto sia per il testo che per il suo video musicale. Chi sono i volador? Sono oscure creature che accompagnano ogni uomo sulla terra, divorando la lucente voglia di vivere che contraddistingue la prima parte della sua esistenza e che man mano si affievolisce, fino alla morte.
Questi nostri inquietanti compagni di vita, la cui credenza appartiene agli sciamani Toltechi, vengono rappresentati in questa canzone attraverso rime talvolta dirette e chiare, talvolta immerse nell’oscuro.
Le voce del giovane Carnera e quella di Jumpo ci raccontano di loro  stessi, delle loro esperienze e del peso del loro volador, che da dentro ll petto vuole prendere il sopravvento.
La traccia  è resa particolarmente piacevole dal suo ritmo incalzante, che si addice al Flow utilizzato, e dalle citazioni presenti nel testo.
Il video, girato da Lorenzo Tonelli (vero nome dello stesso Sesto Carnera) e Gionatan Briuolo, è ambientato nell’ex carcere di Apricena.
La sua struttura decadente ben si presta al vagare dell’oscura creatura, protagonista del video, che sembra intenta a preparare un  rituale.
Alla fine del video l’entità si allontana tra le piante lasciando al centro di un cerchio di candele e simboli occulti, in cui nei frame precedenti era steso un uomo, dei dischi.

 

In conclusione ritengo  “Volador” un progetto davvero ricco di emozioni e meritevole di attenzione, credo sia ben fatto in tutte le sue componenti e che il talento di tutti coloro che l’anno realizzato sia stato valorizzato al meglio.

Recesione a cura di Aurora